Lupi

Lupi, breve fumetto del violento Zanardi di Andrea Pazienza

[storia]

Lupi


Sono quasi le sei del mattino di un giorno qualunque, piove, la gente dorme, gli alberi sbadigliano, Colasanti parla al telefono, non sappiamo con chi, probabilmente Zanardi; mette giù, indossa il soprabito ed esce frettolosamente di casa lasciando la sua donna sola a letto.

Lupi - Zanardi e Petrilli antropomorfi (Andrea Pazienza)
Zanardi e Petrilli in versione
antropomorfa

Si incontra in un boschetto con Zanardi, la luce del sole filtra tra i rami battendo in pieno sui due.
Zanardi ha deciso, bisogna fare uno 'scherzo' a Ricardo.

I due, insieme a Petrilli, predispongono il tutto, comprano delle trappole per lupi, le sistemano e fanno in modo che Ricardo ci vada a finire addosso. Ricardo muore e i tre ne bruciano il corpo.
Fine di Ricardo e fine della storia.

Lupi ('amore è tutto ciò che si può ancora tradire' recita l'occhiello al titolo) è una storia splendidamente illustrata da un Pazienza sempre più interessato ad una resa pittorica delle sue tavole; una storia pensata e realizzata a colori (come la precedente 'Notte di Carnevale' e a differenza delle prime storie di Zanardi realizzate in bianco e nero e colorate successivamente).

Le tavole, coloratissime ma molto fredde (come al solito Pazienza utilizza in grande quantità i pennarelli Pantone) ci svelano questa storia di ordinaria follia.
Noi non sappiamo chi sia Ricardo né perché Zanna ce l'abbia tanto con lui, Pazienza si limita a inframmezzare nella storia due vignette che cristallizzano due fasi della sua esistenza, il momento della sua nascita e il rimprovero di un maestro di scuola ("Cosa ci tieni qui dentro questa testa sporca, eh? l'acqua sciacqua ci tieni, eh?"), niente di più ci è dato di sapere.

Lupi - Ricardo dilaniato dalle tagliole per lupi(Andrea Pazienza)
L'orrenda morte di Ricardo

Come al solito Pazienza non usa regole precise, le tavole si piegano alle sue esigenze alternando splash page a pagine strabordanti di vignette, alternando stili di disegno e di colorazione, alternando vignette comiche ad altre di agghiacciante crudezza (per tutte valga il corpo di Ricardo devastato dalle lame delle tagliole, gli occhi spalancati quasi a chiedersi il perché di una fine così orrenda).

Questa storia è stata realizzata da Paz dopo la già citata "Notte di Carnevale"; in quella storia Petrilli moriva carbonizzato nell'incendio che aveva contribuito a provocare. Nell'ultima tavola di Lupi i più attenti potranno notare un Petrilli molto teso sudare freddo di fronte al corpo di Ricardo dato alle fiamme, mentre ha come un presentimento di quella che sarà la sua fine.

Una curiosità, nella prima tavola, la splash page di un'aquila con un neonato sul dorso che sorvola di notte la città addormentata, si può leggere la dedica della storia "alla piccola, dolce, Caterina Mollica".

(01/12/2008)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia Lupi

Collana: Tutto Pazienza
Rivista: Corto Maltese
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
storia:
Lupi
data pubblicazione:
05-1984
pagine:
13


Schede consigliate

naso_rotto_blueberry_chini_s_1.jpg
graphic novel ed episodi
Naso Rotto