Little Ego

Little Ego, l'omaggio erotico di Vittorio Giardino al Little Nemo di Winsor McCay

[fumetto]

Little Ego


Little ego è un piccolo gioiellino di fumetto dall'erotismo raffinato e uno spiccato gusto voyeristico realizzato da Vittorio Giardino.

Little Ego
La bella Little Ego

Il fumetto è un palese omaggio o meglio una rivisitazione in chiave moderna e maliziosa del bellissimo Little Nemo in Slumberland di Winsor McCay, uno dei primi fumetti mai realizzati e sicuramente uno dei più affascinanti, caratterizzato da una eccezionale ricercatezza grafica in stile liberty e da immaginazione e inventiva straordinarie a cui nel tempo moltissimi autori, non solo di fumetto, hanno attinto.
Le prime storie di Little Ego vengono pubblicate sul Glamour International Magazine a partire dal maggio 1983.
Il personaggio viene poi ripreso sulle pagine della rivista Comic Art, a partire dal n. 12 del giugno 1985. Comic Art ripropone le storie pubblicate su Glamour e poi pubblica nuove avventure di Ego. Si tratta in tutto di 14 episodi in seguito raccolti in volume; l'episodio conclusivo è stato pubblicato sul numero 61 di Comic Art del novembre 1989.

Lo stile con cui Giardino realizza le tavole è quello di un autore ormai maturo, linea chiara precisa ed elegante, pochi tratti essenziali ma ricchezza di dettagli e di particolari, in particolar modo in quest'opera che cerca di ricreare le ricchissime ambientazioni liberty di McCay. Anche i colori si muovono in questa direzione, colori un po' acidi nelle prime storie e via via più solari, soprattutto nelle luminosissime tavole delle ultime storie ambientate nel deserto africano; colori che rendono in ogni caso al meglio le atmosfere oniriche di Little Ego, merito anche della costante attenzione riservata da Giardino alla cura della colorazione (eseguita sempre personalmente) ed alla stessa stampa dei suoi lavori.
Ormai Giardino si è completamente lasciato alle spalle lo stile volenteroso ma un po' rozzo che caratterizzava le sue prime produzioni, tra le quali possiamo comprendere le prime storie di Sam Pezzo, l'investigatore privato da lui creato nel 1979, ed il suo stile morbido ed elegante è ormai totalmente sotto controllo.

Little Ego ed un coccodrillo nella vasca da bagno
Uno dei tanti assurdi sogni erotici di Little Ego

Giardino decide di proporre una specie di versione per adulti del Little Nemo di McCay mantenendo sostanzialmente invariata la struttura di fondo; la protagonista, un'affascinante ragazza dai corti capelli bruni, Ego, si trova in ogni episodio invischiata nelle situazioni più assurde, imbarazzanti ma al tempo stesso estremamente eccitanti. Le avventure sembrano iniziare normalmente, in una banalità fatta di casa, amici e lavoro, ma ben presto tutto evolve fino a mostrare il lato assurdo ma soprattutto giocosamente erotico; nel crescendo delle situazioni, quando la nostra eroina sta per essere sopraffatta dalla passione, Ego si sveglia e si sorprende a pensare agli strani sogni che fa ed a cosa ne dirà il suo analista (da cui forse l'Ego del titolo strettamente correlata all'interpetazione freudiana del sogno come valvola di sfogo della sessualità).
Giardino si diverte a prendere diversi spunti dalle tavole originali di McCay ed a riproporle, ovviamente rimaneggiate al servizio delle sue esigenze. Le situazioni che ne scaturiscono sono estremamente divertenti e sarebbero anche scabrose se il tutto è non fosse trattato con tanta ironia e gusto del nonsense e le tavole non fossero così delicate ed eleganti da evolvere in un fumetto che riesce a non essere mai volgare.

Le avventure della nostra eroina iniziano come vicende autoconclusive, tutto inizia e si conclude nelle poche tavole delle storie. E' possibile vedere la bella Ego alle prese con fiori particolarmente affettuosi verso la loro destinataria, con ombrelli maliziosi che si intrufolano sotto le gonne fino ad arrivare ad animali di vario genere che si materializzano nella vasca da bagno e si dimostrano, ancora una volta, interessati alle grazie della protagonista.
Dopo i primi episodi autoconclusivi Giardino, così come avvenniva in Little Nemo, propone un'avventura lunga di Ego, spezzata sempre in storie più brevi di poche pagine in cui la protagonista si continua a svegliare di soprassalto ma all'inizio della storia successiva l'avventura riprende più o meno da dove era terminata.
Questa storia lunga prende la piccola Ego direttamente dalla finestra di casa e su un vecchio aereoplano rosso la porta dritta in Africa, insieme ad Onis, pilota dell'aereo e guida, dove dovrà vedersela con beduini e sceicchi prima di finire in un harem con altre odalische.
A differenza di Little Nemo, Ego non incontra personaggi particolarmente strani o fantasiosi, e tra i pochi personaggi che si vedono in più di una storia vanno citati sicuramente la bella Onis, pilota dell'aereo che porterà Ego in Africa e sua guida attraverso il deserto e Sherhezad, l'amica che la farà fuggire dall'harem.

Quest'opera è stata stampata e ripubblicata più volte ed esportata in tutto il mondo, non solo nei paesi tradizionalmente destinatari della produzione italiana come Francia, Spagna, Belgio ma un po' in tutto il mondo compresi Stati Uniti e Cina.

Little Ego si sveglia di soprassalto

 

(01/12/2008)

Le storie di Little Ego
elenco completo
Gli autori di Little Ego
elenco completo
Gli albi di Little Ego
elenco completo
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
Little Ego

Schede consigliate

batman_fumetto_ico.jpg
fumetti
Batman
hard_looks_lloyd_s2_.jpg
fumetti
Hard Looks
paperinik_appgrade.jpg
collane, riviste e fanzine
Paperinik Appgrade
red_barry_poliziotto_ico.jpg
graphic novel ed episodi
Il poliziotto dai capelli rossi