La foresta millenaria - Edizione deluxe

La foresta millenaria - Edizione deluxe, il testamento spirituale di Jiro Taniguchi in un prestigioso volume Oblomov Edizioni

[albo]

La foresta millenaria - Edizione deluxe


Galleria immagini

Oblomov Edizioni porta nelle librerie a marzo 2018 l'ultimo atteso manga di Jiro Taniguchi, La foresta millenaria, un'opera visionaria e purtroppo incompiuta ed un pionieristico tentativo per il grande mangaka di aprire il fumetto giapponese a nuove vie, lontano dai tradizionali formati degli albi a fumetti del Sol Levante.

Per quest'opera infatti Taniguchi ricorre ad un impianto da fumetto occidentale, spiazzando l'editoria giapponese con un volume dal grande formato e dalla struttura orizzontale, aspetto inconsueto e quasi sovversivo da un punto di vista tipografico per le abitudini giapponesi, come evidenziato tra i contenuti extra di questa edizione. Il volume è proposto in due differenti formati da Oblomov, una edizione regolare e l'Edizione Deluxe, che si distinguono in più aspetti.

L'edizione deluxe è innanzitutto caratterizzata da una dimensione decisamente maggiore (34x24,5 cm contro i 28x20 cm dell'edizione standard), ha inoltre una foliazione lievemente superiore destinata ad ospitare bozzetti inediti tratti dai taccuini di Taniguchi ed è proposta in tiratura limitata in 999 copie numerate. Anche la copertina è differente per le due edizioni. L'edizione deluxe ha un costo di 45 euro mentre quella standard un costo di 23 euro.

La storia proposta costituisce il primo capitolo (di cinque previsti) del racconto, rimasto incompiuto per la prematura scomparsa dell'autore. Pone le basi per una narrazione immersa nella natura dalle sfumature fantastiche e con un ruolo centrale affidato all'infanzia, per la sua capacità di sentire il mondo nella sua più pura essenza e di vivere pienamente il rapporto con la natura.

La storia ha delle venature autobiografiche, almeno con riferimento all'ambientazione nella incontaminata regione di San'in, in cui ha sede la città di Tottori, dove effettivamente è nato ed ha vissuto Taniguchi. Sul finire degli anni '50 un terremoto provoca notevoli danni ai tanti paesi situati alle pendici di una montagna ed allo stesso tempo porta in superficie, attraverso una faglia, una lussureggiante foresta popolata da bizzarre e fantastiche creature.

Il giovane Wataru Yamanobe è costretto a spostarsi nel piccolo paesino di Kaminobe alle pendici della montagna a causa della separazione dei genitori, andando a vivere coi nonni e venendo a contatto con una realtà rurale ben diversa da quella della sua Tokyo. Scoprirà però il fascino di una natura incontaminata e riuscirà a conquistare la stima dei suoi coetanei dopo l'iniziale diffidenza. La storia si interrompe a questo punto, quando Wataru inizia a prendere coscienza della sua particolare sensibilità nei confronti della natura e degli animali, con l'incredibile attitudine a comprendere ciò che gli animali, e persino gli alberi della foresta, riescono a comunicargli.

Attraverso i contenuti extra del volume è possibile conoscere almeno in parte il seguito della storia, attraverso i dettagli della stessa anticipati da Taniguchi ai suoi amici e collaboratori, che si sarebbe sviluppato tra gli interessi delle grandi corporazioni, i misteri della foresta e la salvaguardia della natura incontaminata, con un ruolo salvifico affidato ai piccoli ed innocenti protagonisti.

La storia, che era destinata ad entrare nel vivo nei successivi capitoli, ha il suo punto di forza negli splendidi disegni di Taniguchi, intento ad illustrare con lo sguardo poetico che lo contraddistingue le bellezze della natura, libero come non mai di dare sfogo al suo talento data la struttura del volume, ben diversa dal formato pocket degli albi giapponesi. Come sempre in Taniguchi siamo di fronte ad un fumetto intimista e delicato, fatto di emozioni e relazioni, di sentimenti in cui ci addentriamo in punta di piedi come partecipi spettatori.

Il volume è arricchito da una prefazione di Vittorio Giardino, grande estimatore di Taniguchi ed a sua volta amante della natura, corredata da alcune illustrazioni dello stesso Giardino raffiguranti scorci forestali. Tra gli extra ospitati dall'albo è presente una lunga intervista a Corinne Quentin e Motoyuki Oda, rispettivamente traduttrice francese ed editor giapponese delle opere di Taniguchi, che svela retroscena e curiosità su quest'opera e sulla portata rivoluzionaria della stessa per il mercato Giapponese, sempre corredata da storyboard ed illustrazioni.

Sull'edizione deluxe trova spazio anche una sezione dedicata ai taccuini dell'autore, ovvero una galleria di schizzi e bozzetti tratti dalle pagine dei taccuini da disegno di Taniguchi, ricchi di suggestioni sia relative a La foresta millenaria che libera espressione della fantasia del grande autore.

Trova infine spazio una biografia dell'autore.

Impagabile la cura editoriale dell'edizione, del resto da parte di un editore che ama il suo lavoro e riversa sempre estrema attenzione nella pubblicazione delle sue opere. Il volume fa parte della collana Hiroshige e raggiunge le librerie a marzo 2018. L'Edizione Deluxe può essere più agevolmente reperita attraverso il sito dell'editore.

Storia presente sul volume:

ordinestoriafumettoautoricoloretipopagine
1La foresta millenariaTaniguchicoloreracconto completo42 pagine

(21/05/2018)

comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

albo:
La foresta millenaria - Edizione deluxe
data pubblicazione:
03-2018
editore:
collana:
pagine:
128

Schede consigliate

casi_violenti_ico.jpg
graphic novel ed episodi
Casi violenti
madeira-mamore_railway.jpg
graphic novel ed episodi
Madeira - Mamoré Railway Company
angel_dark_collana_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Angel Dark