Giorni perduti

Giorni perduti, folgorante esordio del fumetto The Walking Dead, zombie saga di Robert Kirkman

[storia]

Giorni perduti


Galleria immagini

Giorni perduti è il primo episodio della lunga ed appassionante saga a fumetti The Walking Dead di Robert Kirkman.
L'episodio è sceneggiato dal creatore della serie, Robert Kirkman, e disegnato da Tony Moore. Le tonalità di grigio delle tavole sono state realizzate dallo stesso Moore con la collaborazione di Cliff Rathburn.
 
L'episodio ha un inizio folgorante; un uomo si sveglia da solo in un reparto deserto d'ospedale, evidentemente reduce da qualche operazione e sottoposto ad una terapia di rianimazione.
L'uomo, il cui nome scopriremo essere Rick Grimes (un agente di polizia finito in ospedale in seguito ad un conflitto a fuoco), riesce ad alzarsi ed avviarsi verso l'uscita della stanza ma, varcata la soglia, si trova di fronte ad uno scenario apocalittico; la stanza appresso è piena di uomini che sembrano cadaveri in decomposizione ma che si muovono, emettono strani suoni gutturali e sembrano essere particolarmente aggressivi.
A Rick, ignaro di quello che è successo durante il periodo in cui è stato in coma, non resterà che tentare di sfuggire a questi esseri mostruosi e cercare di allontanarsi quanto prima dalla struttura. 
Una volta in strada l'uomo si renderà conto di come non sia solo l'ospedale ma l'intera città ad essere diversa; qualsiasi luogo è infestato da zombie e, apparantemente, non c'è alcuna traccia di presenza umana.
 
Nonostante tutto, Rick cercherà di non perdere la lucidità e, razionalmente, tenterà prima di raggiungere un deposito della polizia per armarsi, ed in seguito di arrivare a quella che era la sua casa, ad Atlanta, per ritrovare sua moglie e il suo bambino.
Per strada incrocerà finalmente qualche sopravvissutto che gli spiegherà sommariamente l'accaduto e gli darà una mano a raggiungere una comunità di rifugiati.
Rick verrà così a conoscenza dello strano morbo che sembra aver colpito l'umanità. I morti ritornano in vita e sono violenti ed affamati di carne umana; chiunque venga morso da uno zombie si trasforma, nel giro di poche ore, anch'egli in uno zombie.
In seguito al diffondersi della malattia ognuno ha cercato una sua soluzione al problema; c'è chi ha preferito barricarsi in casa con provviste ed armi, chi ha trovato rifugio nelle grandi città e chi ha preferito formare piccole comunità in aperta campagna; tutti per cercare il modo di difendersi meglio dagli zombie ed in attesa della fine di quello che sembra un vero e proprio incubo ad occhi aperti.
La fortuna aiuterà il protagonista che, proprio nel gruppo formatosi appena fuori città, in aperta campagna, troverà i suoi affetti. 
Qui si ricongiungerà con sua moglie, Lori, e con il piccolo Carl, loro figlio, ma, dopo i primi momenti di felicità, comprenderemo come l'arrivo di Rick abbia alterato irrimediabilmente gli equilibri che si erano formati all'interno del gruppo.
I rapporti tra i componenti dell'accampamento, apparentemente cordiali, sono in realtà molto tesi ma in particolare è il vecchio amico e collega di Rick, Shane, a dimostrarsi scontroso ed irascibile, sempre più in conflitto col resto del gruppo, ed in particolare con Rick. Il vero problema è che Shane, durante l'assenza di Rick, ha vissuto una breve relazione con Lori, quando lei aveva ormai perso le speranze di rivedere suo marito.
 
Il riparo del gruppo in aperta campagna si rivelerà ben presto poco difendibile ed, in un crescendo drammatico, i nostri protagonisti si vedranno costretti a subire gli attacchi degli zombi, almeno fino alla resa dei conti tra Rick e Shane. 

Giorni perduti segna un ottimo inizio per fumetto come The Walking Dead, molto interessante sotto tanti punti di vista ed estremamente attento nella caratterizzazione, anche psicologica, dei personaggi. Gli zombie non sono il pretesto per sequenze di azione ed ammazzamenti ed è anzi vero proprio il contrario, dove gli zombie sono lo spunto per approfondire psicologie dei personaggi e dinamiche di gruppo.
I disegni di Tony Moore rendono un buon servizio al fumetto e sono estreamente efficaci nel rendere gli zombi devastati dagli effetti della decomposizione. Molto utile in questo senso anche la colorazione in toni di grigio, insolita per un fumetto Usa, capace di creare atmosfere suggestive.
E' un peccato che dopo questo primo episodio il disegnatore non abbia più collaborato alla serie che, dal secondo episodio, sarà disegnata da Charlie Adlard.

E' subito evidente come la fonte di ispirazione primaria per la storia sia data dal fertile humus gettato tanti anni prima da George A. Romero, il regista cinematografico 'papà' degli zombie moderni che, con opere come La notte dei morti viventi e Zombi, ha disegnato una figura di morto vivente dalla quale è difficile allontanarsi. 
 
Molte le sequenze da antologia del fumetto a partire dall'inizio in un reparto di ospedale affollato da pazienti-zombie o quella in cui Rick e Glenn (un ragazzo che conosce a menadito la città e che aiuterà il protagonista a raggiungere un'armeria alla periferia di Atlanta), riescono a camminare (quasi) indisturbati in mezzo alla città infestata da zombie.
O la toccante sequenza nella quale Rick si ferma ad ammazzare uno zombie agonizzante sul ciglio della strada; rimasto ormai con pochi brandelli di carne addosso ed impossibilitato a muoversi, lo zombie, con lo sguardo fermo verso il cielo, emette ormai da chissà quanti interminabili giorni i suoi versi disperati.
Non mancano ovviamente situazioni più comuni con salvataggi in extremis o qualche colpo di scena prevedibile ma questo primo episodio mostra le potenzialità di un fumetto ben congegnato e ben sceneggiato capace di appassionare i lettori, come dimostrerà lo strepitoso successo di questa saga che ha portato la serie The Walking Dead anche in Tv (serie che in Italia è trasmessa da Sky).

Giorni perduti è stato pubblicato in Italia nel 2005 sul volume Giorni perduti. The walking dead vol. 1 dell'editore saldaPress e, più di recente, sul primo (Giorni perduti) e secondo (Uccidere o morire) albo della collana The Walking Dead, pubblicata in edicola in formato bonelliano ad un costo contenuto. 

(06/01/2013)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia Giorni perduti

Collana: Walking Dead
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
storia:
Giorni perduti
nome originale:
Days Gone Bye
data pubblicazione:
2003
pagine:
134

Schede consigliate

peanuts_ico_1.jpg
fumetti
Peanuts
alan_ford_ico_2.jpg
personaggi
Alan Ford
giorgione_ico.jpg
personaggi
Giorgione
buddy_longway_vendetta_1ico.jpg
graphic novel ed episodi
La vendetta