Zio Paperone e la fattucchiera

Zio Paperone e la fattucchiera - L'esordio di Amelia nei fumetti Disney

[storia]

Zio Paperone e la fattucchiera


Galleria immagini

In Zio Paperone e la fattucchiera, episodio dei paperi Disney datato 1961 scritto e disegnato da Carl Barks (geniale ideatore di alcuni dei più noti personaggi Disney, tra cui lo stesso Paperone), vi è l'esordio del personaggio di Magica De Spell (dall'inglese “sortilegio”) ossia di Amelia, la “fattucchiera che ammalia”, un nuovo nemico per Paperone ma diverso dal solito. Questo si serve infatti di armi magiche, come incantesimi e sortilegi, armi esclusive di una strega, com'è Amelia.
Ciglia lunghe, capelli lisci e nerissimi, la fattucchiera vive a Sulfuria, un paesetto vicino alle pendici del Vesuvio, ma è comunque molto facile per lei arrivare a Paperopoli.
E' qui che la incontriamo alle prese con un esperimento, quello di fondere le monete dei più ricchi uomini del mondo nel Vesuvio, per farne un amuleto che la renderà immensamente ricca.

Quest'idea la porta a cercare Paperone, farsi vendere con tranquillità e negligenza la tanto famosa “Numero Uno” (il primo decino guadagnato da Zio Paperone) e cercare di portare a termine il suo piano. 
Paperone dal canto suo resosi conto di aver barattato la sua preziosa moneta per un misero dollaro, intraprende un ardito inseguimento della strega, che condurrà lui insieme agli inseparabili Paperino e Qui Quo Qua, fino alle falde del Vesuvio.
Giunti lì troveranno il suo laboratorio e lei alle prese con la preparazione dell'esperimento, rovinandole però tutti i piani. Non sarà comunque un'impresa facile cercare di recuperare la moneta, anche perchè, nonostante lei sia una strega un poco sgarrupata, non le mancano i poteri magici con cui tenerli a bada.
Ci penseranno i tre piccoli paperini a risolvere la questione e Paperone potrà riavere finalmente la sua amata Numero Uno.

Carl Barks per creare il personaggio di Amelia ha ammesso di essersi ispirato a Sofia Loren e Gina Lollobrigida ma soprattutto al personaggio di Morticia Addams, da cui ha preso principalmente i capelli lunghi e neri, ottenendo come risultato un misto tra una maggiorata e una strega tradizionale. Amelia si rivela un personaggio molto simpatico ai lettori, forse anche più di quanto ci si aspettasse, ed ovviamente ritornerà spesso nelle avventure di Zio Paperone.

In questo episodio oltre al laboratorio di Amelia, incontriamo anche un corvo, che in seguito assumerà il nome di Ratface, mentre in italiano si chiamerà ovviamente “Gennarino”.
Questo fumetto di 17 tavole, è stato pubblicato per la prima volta in Italia su Topolino Libretto n. 331 del 1962. Il titolo originale del fumetto è il più affascinante Uncle  Scrooge - The Midas Touch ovvero Zio Paperone - Il tocco di Mida.

(12/08/2013)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia Zio Paperone e la fattucchiera

comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
storia:
Zio Paperone e la fattucchiera
nome originale:
Uncle Scrooge - The Midas Touch
data pubblicazione:
1962
pagine:
17

autore:

Schede consigliate

smogy_boy_1ico.jpg
graphic novel ed episodi
Smogy Boy
leo_pulp_fumetto_ico.jpg
fumetti
Leo Pulp
l_uomo_di_iwo_jima_ico.jpg
graphic novel ed episodi
L'uomo di Iwo Jima