Voi siete in: home > riviste > Nero

LA RIVISTA

Nero

Data articolo: 22/02/2012
Questo articolo è stato letto 214 volte
Vota questa rivista:
lascia il tuo commento Lascia il tuo commento

stampa questo articolo stampa  invia l'articolo ad un amico invia ad un amico

Vai alla BIBLIOGRAFIA




Galleria immagini

Nel dicembre 1992 si affaccia nelle edicole italiane una nuova rivista antologica di fumetti, Nero, pubblicata da Granata Press.
Si tratta di una rivista brossurata, 68 pagine in bianco e nero, di 17x26 cm, che ha come genere di riferimento il cosiddetto Noir per usare il diffuso termine francese, o il Nero del titolo, per usare il corrispettivo italiano.

Nero nasce da un'idea di Luigi Bernardi e Giuseppe Ferrandino, autori convinti che il genere pur avendo dato gran prova di se in Italia qualche anno prima con personaggi come Diabolik, Kriminal, Satanik, Sadik e simili, abbia ancora molte cose da raccontare.

Nel primo numero della rivista vengono chiarite le regole di Nero:

1) E' una rivista per tutti perché ci stanno colpi di scena, mazzate e un sacco di azione. Però non è per famiglia, a causa delle maleparole.
2) Le storie andranno avanti a cicli. Ogni sei numeri si ricomincia con materiale fresco.
3) Il Nero Moderno di norma va ambientato nella Metropoli Moderna, ma noi lo ambientiamo dove ci pare.
4) Evviva Garibaldi.

Tralasciando le ultime due regole che poco aggiungono all'approfondimento degli aspetti della rivista si può concordare su come le dosi di violenza, giustamente presenti in un fumetto noir, possano non renderlo indicato alla generalità dei lettori.
Il discorso delle saghe (come definite dalla stessa rivista) cicliche non è sempre rispettato, alcuni fumetti durano più di sei episodi ed altri, specie andando avanti nella pubblicazione, sono proposti integralmente su di un unico albo.

Tra le saghe pubblicate da Nero spicca, sin dal primo numero, la serie in sei episodi Storia di cani di Ferrandino e Caracuzzo (che in realtà andrà oltre i sei episodi originariamente previsti), violenta parabola sulla criminalità organizzata napoletana.
Sempre sul primo numero, e tanto per contravvenire subito alla regola della Metropoli Moderna, viene proposta La chiesa trionfante, saga in 5 parti d'ambientazione medievaleggiante.
Ambientazione urbana invece per Acquanera di Anna Settebagni (ai disegni inizialmente Saudelli a cui seguono Soldi e Rotundo), fumetto incentrato sulla vita di Igina, una tranquilla impiegata romana, e alcuni strani accadimenti.
Dal numero 5 della rivista prende il via l'interessante Pig Pig Pig, una sorta di indagine sulla morte di Pier Paolo Pasolini (testi di Dufaux e disegni di Rotundo).

Non mancano storie ispirate a vecchie glorie del fumetto noir, come Diabolik (Il re di Ferrandino e Valdambrini) e Kriminal (K di Ferrandino e Vannini), nelle quali l'omaggio ai fumetti originali si mescola col tentativo di illustrarne potenziali sviluppi.

I personaggi che hanno fatto grande il nero a fumetti ritornano in Nero d'annata con illustrazioni che omaggiano Zakimort, Fantomas, Satanik e simili.

Tra i fumetti ricorrenti è presente il Dizionario ragionato del genere nero nel quale autori di volta in volta diversi si divertono ad immaginare brevi storie incentrate sui differenti aspetti del genere noir (amoroso, dark, crepuscolare, erotico e così via). Tra gli autori Ferrandino e Saudelli ai testi e Morales e Di Vincenzo ai disegni.

La qualità delle storie pubblicate su Nero è discontinua, anche se mediamente elevata, così come i modi di affrontare il genere noir; si va dal crudo e violento Storia di cani, all'atmosfera ironica e grottesca di Acquanera a brevi divertissemant estremamente leggeri come gran parte degli episodi del Dizionario ragionato del genere nero.
Sempre molto curata invece la qualità dei disegni che si avvale di un gruppo di autori di tutto rilievo del panorama italiano tra i quali spiccano Saudelli, Caracuzzo, Di Vincenzo, Soldi, De Angelis, Rotundo.

Lo spazio di Nero è quasi integralmente dedicato ai fumetti; non sono presenti lunghi editoriali o articoli di approfondimento e, curiosamente, le poche rubriche presenti sono assolutamente e programmaticamente inutili. Come in NERO risponde, spazio dedicato alle lettere dei lettori alle domande dei quali vengono date risposte inutili ed evasive o ancora la rubrica Vicolo cieco - confessioni d'autore nella quale vengono intervistati gli autori dei fumetti, autori per niente propensi a dire la benché minima cosa su se stessi o sui propri fumetti.

La rivista ha visto la pubblicazione di soli 12 numeri con cadenza, irregolarmente, mensile tra il dicembre 1992 e l'aprile 1994.

Tutte le immagini sono © Copyright dei loro autori, dei loro rappresentanti o di chi comunque avente diritto e sono utilizzate ad esclusivo fine di documentazione.

GLI ALBI DELLA RIVISTA
In questa sezione trovate l'elenco degli albi della rivista Nero presenti sull'enciclopedia del fumetto di Slumberland.it

ELENCO COMPLETO DEGLI ALBI DELLA RIVISTA
In questa sezione trovate l'elenco cronologico di tutti gli albi della rivista Nero presenti su Slumberland.it.

anno 1992
n. 1
anno 1993
n. 2




COMMENTI


Lascia una tua opinione riguardante la rivista "Nero":

Nickname: *
Commento: *

Nota: I campi contrassegnati da * sono obbligatori




segui Slumberland.it su Facebook segui Slumberland.it su Google+ segui Slumberland.it su Twitter vista il blog di Slumberland.it segui Slumberland.it su Anobii segui Slumberland.it su BookCrossing segui i feed RSS di Slumberland.it

RICERCA
 

   

ALTRE SCHEDE
Visita qualche altra scheda di Slumberland

davvero_ico.jpg
Davvero
custer_ico.jpg
Custer
celluloid_ico.gif
Celluloid
comics_factory_abracadabra_ico.jpg
Comics Factory n. 13 - Abracadabra
fullcomics__2009.jpg
Fullcomics 2009
frigidaire_edicola.jpg
Frigidaire torna in edicola
jesuit_joe_ico.jpg
Jesuit Joe
corto_maltese_panini_ico.jpg
Corto Maltese
red_barry_poliziotto_ico.jpg
Il poliziotto dai capelli rossi
venditore_vino_amaro_cieco_s.jpg
Il venditore di vino amaro

SLUMBERLAND.IT
Contatti - email: info@slumberland.it