Voi siete in: home > fumetti > Leo Verdura, il leone vegetariano

IL FUMETTO

Leo Verdura, il leone vegetariano

nome originale: Leo Verdura
Data articolo: 21/07/2009
Questo articolo è stato letto 663 volte
Vota questo fumetto:
lascia il tuo commento Lascia il tuo commento

stampa questo articolo stampa  invia l'articolo ad un amico invia ad un amico

Vai alla BIBLIOGRAFIA




Galleria immagini

La trovata comica può nascere dall'esasperazione di situazioni normali, comuni o anche banali, ma in alcuni casi si può arrivare all'esasperazione di situazioni già di per sé folli o completamente assurde.
E' questo il caso delle tragicomiche avventure di Leo Verdura, leone drammaticamente vegetariano, protagonista della striscia umoristica Leo Verdura, il leone vegetariano ambientata nel naturale contesto della savana.

Leo Verdura è stato creato dal fumettista spagnolo Rafael Ramos Morales nel 1986; non è la sua prima 'creatura' ma è certamente la più famosa e quella che gli ha dato maggior fama.
La popolarità del personaggio non raggiunge quella dei protagonisti di strisce più blasonate come i Peanuts o magari Pogo (per citare un altro fumetto di ambientazione esotica) ma ha comunque varacato i confini dell'originaria Spagna ottenendo un discreto risultato anche in altri paesi, tra cui l'Italia che ha visto le avventure di Leo Verdura pubblicate sulla rivista per ragazzi Snoopy.

Il protagonista della striscia è Leo, un simpatico leone piuttosto imbranato e del tutto negato per la caccia o per qualsivoglia attività portata avanti da un leone che si rispetti. Nelle sue prime apparizioni italiane viene chiamato el LyonVè (così come il fumetto che all'inizio prende il titolo di el LyonVè, il leone vegetariano, poi sostituito da Leo Verdura, il leone vegetariano).

Nonostante la sue caratteristiche non ne facciano un esemplare 'dominante' all'interno del gruppo, Leo è sposato con Katia, leonessa dai gusti tradizionali che mangia la carne e va a caccia di gazzelle, ed ha due figli che, pur non sembrando destinati a seguire le orme paterne, non brillano per le doti di grande abilità e destrezza.
E la famiglia è uno dei temi del fumetto; l'educazione dei figli ad esempio, quale educazione potrà mai dare un leone 'diverso', additato e deriso dagli altri leoni della foresta, ai suoi figli. Ovviamente la 'diversità' di Leo provoca qualche problema sia all'interno della famiglia che dell'ambiente sociale. Liti con la moglie costretta a darsi da fare per procurare il cibo per se e per i figli. Ed a volte la mancanza di rispetto da parte degli altri animali per il re della foresta, sminuito del suo prestigio a causa dei suoi gusti alimentari.
Ad ogni modo seppur restio a cacciare Leo conosce alla perfezione come si comporta un vero leone e, di tanto in tanto, si intrattiene in lezioni teoriche con i figli per insegnare loro a cacciare o altri rudimenti del mestiere di animale selvaggio.
Tra gli altri personaggi che si affacciano sulle strisce di Leo Verdura abbiamo Giaguaro Giorgio, soprannominato da Leo, per semplicità, Gia'Gio' ed un topo dall'aspetto saccente con cui si sofferma alle vole a parlare.

Può capitare che Leo avverta il peso la sua condizione, si senta diverso, in un mondo in cui tutti sono o prede o cacciatori lui si trova a metà strada. E' un leone, quindi per quanto pavido, debole e un po' contronatura, non è di certo una preda, ma è ben lontano dall'essere un cacciatore e i suoi feroci balzi potranno al più avere come fine ultimo l'assalto a qualche indifeso cespo di lattuga.
E vederlo affettare con tangibile gusto carote e cipolle in verdissime insalate è un piacere per gli occhi. E quando proprio non può farne a meno e, per amor proprio, dei figli, e della moglie, si avventura nella giungla alla ricerca di prede, il massimo che ci si potrà aspettare da lui è tornare col carniere pieno di enormi lumaconi.

Tra gli altri annosi problemi del nostro eroe un posto di primo piano è rappresentato dalle pulci, pulci nascoste tra il suo pelo che spesso fanno fallire i suoi rari e spesso puerili assalti a gazzelle inermi (quasi sempre fuori campo) e con le quali ingaggia furiosi scontri che solitamente lo vedono dalla parte degli sconfitti.

Ovviamente tutto questo diventa materia per una striscia allegra e divertente, con protagonisti gli antropomorfi animali che vivono nella foresta. Le trovate alla lunga sono un po' ripetitive ma i personaggi sono simpatici ed il tratto del fumettista è gradevole.

In Italia lo si è potuto vedere tra le pagine della rivista per ragazzi Snoopy, sorella minore della rivista Linus, nata nel 1986 e destinata a chiudere nel giro di qualche anno.

Dalle avventure di Leo Verdura è stato tratto un film d'animazione dal titolo Leo Natura.

Tutte le immagini sono © Copyright dei loro autori, dei loro rappresentanti o di chi comunque avente diritto e sono utilizzate ad esclusivo fine di documentazione.





COMMENTI


Lascia una tua opinione riguardante il fumetto "Leo Verdura, il leone vegetariano":

Nickname: *
Commento: *

Nota: I campi contrassegnati da * sono obbligatori




segui Slumberland.it su Facebook segui Slumberland.it su Google+ segui Slumberland.it su Twitter vista il blog di Slumberland.it segui Slumberland.it su Anobii segui Slumberland.it su BookCrossing segui i feed RSS di Slumberland.it

RICERCA
 

   

ALTRI FUMETTI
Visita la scheda di qualche altro fumetto presente su Slumberland

mack_ico_.jpg
Mack
vampiro_benares_bess_4_s.jpg
Il vampiro di Benares
alex_magnum_ico_.jpg
Alex Magnum
nonna_abelarda_ico.jpg
Nonna Abelarda
cronache_senza_nome.jpg
Le cronache del Senza Nome
alvaro_valerie_viva_s.jpg
Alvaro & Valerie
johnson_citta_s.jpg
Johnson
diabolik.jpg
Diabolik
prof_phumble_ico_1.jpg
Professor Phumble
tommy_wack_ico_.jpg
Tommy Wack

SLUMBERLAND.IT
Contatti - email: info@slumberland.it