Carlos Sampayo

Carlos Sampayo, da Alack Sinner a Billie Holiday

[autore]

Carlos Sampayo


Carlos Sampayo nasce a Buenos Aires in Argentina nel 1943.

Una classica affollata vignetta di Alack Sinner in
Una classica affollata vignetta di Alack Sinner in "Nicaragua"

Per motivi non direttamente collegati alla sanguinaria dittatura che a breve avrebbe colpito il suo paese, si allontana dalla Argentina e si trasferisce in Europa nel 1972. In Spagna trova un lavoro come copywriter in un'agenzia di pubblicità ottenendo un discreto successo. Ma il lavoro non lo soddisfa appieno e coglie al volo l'occasione presentata dalla conoscenza del disegnatore di fumetti José Munoz (anch'egli di origini argentine e domiciliato in Spagna) grazie all'intermediazione del comune amico Oscar Zarate (disegnatore noto in italia per aver illustrato uno dei meno conosciuti capolavori di Alan Moore ovvero A Small Killing - Un piccolo delitto).

I due si riconoscono subito affini e decidono di collaborare alla creazione di un fumetto. Grazie alla comune passione per il noir approdano con pochi dubbi al personaggio di Alack Sinner, cinico e disilluso investigatore privato che vive e lavora a New York.

Sophie sulla copertina di alteralter
Sophie sulla copertina di alteralter

Presentano il frutto del loro lavoro a diversi editori e, dopo alterne vicende, riescono ad ottenerne la pubblicazione per i tipi della Milano Libri sulla rivista alterlinus a partire dal gennaio 1975. Le storie del personaggio sono pubblicate per anni dalla rivista alterlinus (poi alteralter) e periodicamente raccolte in volume, ristampate ancora oggi da vari editori (fondamentali in tal senso l'impegno della Lizard e recentemente della Nuages). Dopo alterlinus il personaggio apparirà anche sulle pagine della rivista Corto Maltese. I due autori tornano spesso sul personaggio di Alack Sinner che continuano a portare avanti pur modificandone notevolmente, nel corso del tempo, le caratteristiche.

Carlos Sampayo passa quasi subito dall'altra parte della barricata diventando un personaggio dei fumetti, insieme al suo collega Munoz, in una storica avventura di Alack Sinner pubblicata fra il giugno e l'agosto 1975 sulla rivista alterlinus, "La vita non è un fumetto, baby...".

Billie Holiday
Billie Holiday

Dal fumetto di Alack Sinner nasce poi uno spin-off dedicato ad uno dei personaggi secondari della serie, Sophie, pubblicato sempre su alteralter (nuovo nome della rivista alterlinus) a partire dal settembre 1977. Questa digressione consente a Sampayo di spostare un po' il tono delle storie dal poliziesco di Alack Sinner su un terreno diverso, più apertamente grottesco, in alcuni aspetti fantastico, ma intriso di un grande impegno sociale e politico. Queste storie sono ambientate anche in Sudamerica.

Dall'ottobre 1978 nasce una serie di storie senza personaggi fissi che ruotano intorno al bar di Joe, bar frequentato anche da Alack Sinner, nelle tristi vicende narrate nella serie Nel bar. Anche in questo caso Sampayo può muoversi con più liberta non avendo personaggi fissi da seguire o una trama necessariamente poliziesca. In queste storie talvolta incrociamo eventi e personaggi incontrati nelle storie di Alack Sinner (o di altri fumetti) in un gioco di rimandi da fumetto a fumetto, da storia a storia.

Sudor Sudaca su Frigidaire - Due o tremila cose che gli altri sanno di me
Sudor Sudaca su Frigidaire - Due o tremila cose che gli altri sanno di me

Dall'82 Sampayo collabora anche con la rivista Frigidaire con il fumetto Sudor Sudaca (traducibile con Sudore Meticcio), sempre disegnato da Munoz, brevi storie autoconclusive ambientate in Sudamerica e legate principalmente al tema dell'immigrazione e della difficile convivenza fra genti e popoli di diversa nazionalità, al delicato tema dell'intolleranza razziale.

Il commissario Evaristo, disegnato da Francisco Solano Lopez e pubblicato su L'Eternauta
Evaristo, disegnato da Solano Lopez e pubblicato su L'Eternauta

Nei suoi fumetti spesso Sampayo ci rende partecipi anche dei pensieri della gente, dei personaggi sullo sfondo di una vignetta. Un particolarissimo modo di narrare che riempe la vignetta (soprattutto nei lavori con Munoz) di baloon che ospitano parole (o anche pensieri) di un'infinita varietà di personaggi, stralci di conversazioni rubate, origliate, captate e subito perse (ma talvolta con la possibilità di reincontrare i personaggi a qualche tavola di distanza) con una sorta di realismo che spinge a sentirsi pienamente partecipi della scena, del caotico caleidoscopio di vite presente nella vignetta.

La collaborazione di Sampayo con Munoz continua, portando avanti le vicende di Alack Sinner, personaggio che evolve notevolmente, invecchiando, cambiando le sue caratteristiche fisiche, il suo lavoro (abbandonerà anche l'impiego di investigatore privato) e soprattutto perdendo il ruolo centrale nelle sue storie, diventando principalmente un osservatore esterno di vicende e drammi che si consumano al suo fianco. Buona parte delle storie di questo periodo sono pubblicate sulla rivista Corto Maltese.

Giochi di luce, pubblicato su Corto Maltese
Giochi di luce, pubblicato su Corto Maltese

Ma i due proseguono anche la realizzazione di lavori non direttamente connessi al personaggio di Alack Sinner, come Giochi di luce, una storia che gioca sul ricordo e la memoria miscelando fantastico e noir e sfiorando il tema del fascismo, pubblicato nel 1987 dalla rivista Corto Maltese, lo struggente Billie Holiday, dedicato ad una delle più grandi icone del Jazz mondiale, pubblicato nel 1990 sempre dalla rivista Corto Maltese e successivamente riproposto in volume (fumetto in cui ha un ruolo, marginale, anche Alack Sinner), Una teoria dello spostamento, incentrata sul ruolo dell'artista e sulla necessità di una libertà espressiva, pubblicato su Corto Maltese dell'ottobre 1991.

Carlos Sampayo non si occupa solo di fumetti, è anche giornalista, critico musicale (non a caso molte sue storie sono intrise di musica, in particolare di Jazz e Blues) e scrittore. La Granata Press ha pubblicato nel 1994 il suo romanzo Il lato selvaggio della vita.

Storie zigane, disegnato da Lucio Rosco
Storie zigane, disegnato da Lucio Rosco

Chiaramente non ha lavorato solo con José Munoz sebbene la loro collaborazione sia così valida e duratura da rendere quasi simbiotico l'accostamento fra i due autori. Un altro importante fumetto sceneggiato da Sampayo è Evaristo, disegnato dal grande artista Francisco Solano Lopez, ed incentrato sulle vicende più o meno poliziesche (ma permeate di forte critica sociale) di un commissario di polizia dai metodi spicci. Le avventure del commissario Evaristo, per molti versi diametralmente opposte a quelle del suo collega newyorkese Alack Sinner, sono ambientate in Sudamerica ed in particolare nella natìa Buenos Aires. In Italia è stato pubblicato sulle pagine della rivista L'Eternauta a partire dal 1983.

Non mancano collaborazioni più o meno occasionali con altri disegnatori, possiamo citare a titolo di esempio il fumetto Storie Zigane disegnato da Lucio Rosco e pubblicato sul numero 5 di alteralter del maggio 1979 e le storie disegnate da Marti pubblicate in Italia dalla rivista BLACK (come Hai un futuro nella polizia di stato e Pistas pubblicate sul numero 1 di BLACK).

(19/05/2009)

Le storie di Carlos Sampayo
elenco completo
I fumetti di Carlos Sampayo
elenco completo
Gli albi di Carlos Sampayo
elenco completo
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

autore:
Carlos Sampayo
data di nascita:
17/09/1943

Schede consigliate