Ausonia

Ausonia, nuovo talento del fumetto d`autore italiano da Pinocchio a P-HCP

[autore]

Ausonia


Ausonia, nome per lungo tempo poco noto nella pur ristretta cerchia del fumetto d’autore italiano degli ultimi anni, è venuto improvvisamente alla ribalta grazie ad una serie di pubblicazioni apparse in rapida successione fra il 2006 ed il 2007. Artista eclettico e completo lavora a Firenze presso una galleria d’arte e coltiva il fumetto come passione, più da realizzare che da leggere.
Il vero nome di Ausonia è Francesco Ciampi, nato a Firenze nel gennaio 1973.
Ad inizio carriera pubblica brevi racconti a fumetti sulla rivista Blue e poche storie nel corso degli anni sulla rivista americana Heavy Metal. Per il resto il silenzio. Per 10 anni si dedica alla sua attività artistica presso la Galleria d’Arte di Firenze dove lavora.
phcp - copertinaIn questo periodo porta avanti i progetti che gli stanno a cuore in campo fumettistico e non solo (Ausonia scrive anche testi di altro tipo, sembra esista anche un romanzo, finora inedito), lavorando in autonomia e piena libertà espressiva, senza l’oppressione di un qualsivoglia editore che pretenda di influenzare o sovraintendere o stravolgere i suoi progetti.
Così Ausonia completa alcune storie, ma le realizza principalmente per se stesso. Potrebbe anche essere sufficiente questo, ma poi l’autore decide di provare a proporre qualcosa ad un editore. Chiaramente gli editori più grossi non rischiano, le storie non sono così commerciali o popolari da essere accettate facilmente. I fumetti sono pubblicati grazie al coraggio di alcuni piccoli editori. Il primo volume a trovare una collocazione editoriale è Pinocchio – Storia di un bambino, una rivisitazione cupa e disperata della fiaba di Collodi pubblicata grazie all’intraprendenza dell’editore Pavesio. Ed a sorpresa i lettori credono nella storia, il passaparola porta le vendite ad ottimi livelli ed il nome di Ausonia inizia a circolare negli ambienti del fumetto. A questo punto anche gli editori più importanti iniziano ad interessarsi a lui e le richieste di lavoro si fanno numerose. Ausonia ama scrivere le proprie storie oltre a realizzarne i disegni, pur manifestando un potenziale interesse a disegnare soggetti di terzi nel caso di autori o storie affini. Ma solo per storie che hanno qualcosa da dire e da lasciare nel lettore, fumetti che parlino di persone e problemi reali, magari mascherando i pensieri attraverso metafore avventurose o fantastiche.
Pinocchio - Storia di un Bambino di AusoniaIl nome di Ausonia ha una strana origine, in realtà quel nome apparteneva ad un’industria chimica presente nel paese natale dell’autore. L’industria, vicino cui l’autore Ausonia si trovava spesso a passare, chiuse e la zona in cui si trovava divenne zona inquinata, recintata ed inaccessibile. Nella mente del ragazzino il termine Ausonia diventa sinonimo di “pericolo”, “materiale da maneggiare con cautela”, facilmente associabile al simbolo di pericolo raffigurante un teschio a tutti ben noto. Ausonia è un po’ questo, le sue storie non sono adatte a tutti, non sono semplici né concilianti. Solo quando una storia merita l'avviso di pericolo è adatta per essere realizzata, portata a termine.
Ausonia nasce all’ombra della stagione d’oro dei comics degli anni ’80, in particolare delle grandi opere sperimentali della casa editrice Vertigo di quegli anni. Fra gli autori che hanno ispirato Ausonia nello stile e nelle tematiche non si può non citare il rilievo di Dave McKean con la sua capacità di sperimentare e di far amabilmente convivere stili e mezzi, fumetti, fotografia ed altre forme d’arte.
Ausonia ha cercato di cambiare in continuazione lo stile delle proprie opere, sia dal punto di vista grafico e di design che sotto l’aspetto di stile e contenuto delle storie. Considerando l’opera in senso molto ampio, l'autore ha grande cura non solo per la storia ma per ogni elemento della pubblicazione e spesso Ausonia cura tutti gli aspetti dei volumi realizzati, compreso il formato, il design, la grafica di copertina cercando di avere un ruolo diretto su tutti gli aspetti del processo creativo (gli albi pubblicati hanno per questo formati insoliti stabiliti dall’autore). Questa sperimentazione è evidente in uno degli ultimi lavori “P-HPC – Post-Human Processing Center” in cui il fumetto si congiunge col fotoromanzo attraverso un utilizzo originale ed efficace di un media destinato solitamente a realizzazioni di basso livello. Sul finire del 2007 escono quindi Beauty Industries (edito da Leopoldo Bloom), albo di piccole dimensioni pressocché muto, splendidamente disegnato in bianco e nero (primo volume di quella che è destinata a diventare una collana semestrale) ed un volume dedicato all’arte di Ausonia (The Art of Ausonia, appunto) per la Pavesio Productions, volume molto interessante per conoscere meglio l’autore attraverso testi, disegni, schizzi preparatori, illustrazioni e foto di lavori realizzati e da realizzare. Ausonia gestisce anche un blog molto interessante all’indirizzo http://ausonia-pinocchio.blogspot.com/ in cui fornisce informazioni sulle opere pubblicate e sui lavori in corso di realizzazione oltre a dare libero sfogo alla sua voce come è naturale in ogni blog.

(01/12/2008)

Le storie di Ausonia
elenco completo
I fumetti di Ausonia
elenco completo
Gli albi di Ausonia
elenco completo
Link relativi a Ausonia
Blog interessante ed aggiornato gestito direttamente da Ausonia
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

autore:
Ausonia

Schede consigliate

abelard_snazz_ico.jpg
personaggi
Abelard Snazz
ut_5.jpg
graphic novel ed episodi
Histeria