1807 - Vendichiamo Austerlitz!

1807 - Vendichiamo Austerlitz!, primo episodio del fumetto Memorie della Grande Armata

[storia]

1807 - Vendichiamo Austerlitz!


Galleria immagini

La grande armata era il più potente esercito che Napoleone Bonaparte avesse ai suoi ordini, formato da veterani di guerra e valorosi combattenti; un esercito in grado di dargli le più grandi soddisfazioni nei primi anni dell'Ottocento, come con le gloriose campagne in Polonia ed in Austria, fino al disfacimento dello stesso con la disastrosa campagna di Russia del 1812.

Ed è di questo esercito e di questo periodo storico che vogliono narrare Michel Dufranne e Alexis Alexander con il loro fumetto Memorie della Grande Armata.

1807 - Vendichiamo Austerlitz! è il primo dei quattro episodi che compongono il fumetto ed è ambientato nel 1807, qualche anno dopo la battaglia di Austerlitz del titolo consumatasi il 2 dicembre 1805, durante la campagna di Polonia.

Ma il riferimento ad Austerlitz non è relativo alla battaglia bensì, molto più semplicemente, è il nome di un fiero cavallo che, al fianco del suo padrone, il soldato Guillebeau (soprannominato Io-c'ero per via delle tante guerre alle quali ha preso parte e delle quali è solito narrare), membro del 2° reggimento Cacciatori a cavallo, ha affrontato valorosamente quella e molte altre battaglie.

Guillebeau è uno dei protagonisti di questo episodio anche se il principale attore, nonché narratore delle vicende, è il brigadiere Marcel Godart detto il "Belga", anch'esso cavalleggero del 2° reggimento Cacciatori a cavallo, accompagnato dal caro amico Daney, soprannominato Mastino.

La storia è narrata dallo stesso Godart, ormai vecchio (da cui il titolo Memorie della grande guerra) e, almeno in questo primo episodio, si sofferma più che sugli scontri dell'armata francese col nemico russo, sulle beghe interne all'esercito di Napoleone, in particolare tra i reparti di cavalleria, più elitario e irascibile (particolarmente propenso ai duelli interni), e di fanteria.
La guerra inasprisce i già duri caratteri degli uomini che si rivelano sempre pronti a scontrarsi tra di loro, dando vita a continue risse e duelli interni all'esercito, proibiti dalla legge in tempo di guerra ed, invece, all'ordine del giorno tra gli uomini, pronti a difendere con la vita una parola di troppo ed un abusato senso dell'onore.

Una di queste scaramucce tra il secondo reggimento cacciatori e la fanteria, che vede protagonista proprio il Mastino, fa si che i fanti siano costretti a spostarsi dagli alloggi che avevano trovato nella città di Myszyniec, per lasciare posto ai militari della cavalleria. La notte stessa dell'increscioso incidente si perdono le tracce del sottotenente Beaumont, accusato da più parti di essere un vigliacco ma nonostante questo promosso al comando della Compagnia d'élite, e viene trovato ammazzato Austerlitz, il cavallo, riverso in una pozza di sangue.

L'armata proseguirà il suo tragitto attraverso la Polonia che la porterà a scontrarsi ben presto con l'esercito russo, alle prime luci dell'alba, nei pressi di Eylau riportando una cruenta vittoria sul nemico; un massacro costato la vita a quasi 15.000 uomini tra francesi e russi. Ma la misteriosa scomparsa di Guillebeau e l'uccisione di Austerlitz sembrano comunque aver minato la fiducia degli uomini, tanto da far affidare dal Comando a Godart l'incarico di risolvere il mistero, incarico che sarà portato a termine dal cavaliere con l'aiuto di Daney.

Questo primo episodio delle Memorie della Grande Armata è visivamente affascinante nel ricostruire gli splendidi paesaggi del gelido inverno russo. I disegni sono opera del disegnatore serbo Alexis Alexander mentre la livida colorazione è affidata a Jean-Paul Fernandez

E' interessante notare come gli autori (lo sceneggiatore è il belga Michel Dufranne) si siano concentrati più sui retroscena della guerra che non sulle fasi salienti della battaglia, confinata a due imponenti tavole mute nella parte centrale del fumetto, dando spazio ad attività come quella di sondatore (la ricerca delle vivande sotterrate dai contadini da parte dei soldati, provati dall'inverno russo), alla ricerca di un alloggio da parte dei soldati o alle interminabili marce per raggiungere i campi di battaglia, e dando spazio soprattutto alle continue liti tra soldati all'interno dell'esercito, sfocianti quasi sempre in sanguinari duelli. 

1807 - Vendichiamo Austerlitz! è stato pubblicato in Italia da Mondadori nel gennaio 2012, nella collana Historica dedicata al fumetto storico, all'interno del volume Memorie della Grande Armata - L'esercito di Napoleone, che raccoglie l'integrale, quattro episodi, del fumetto Memorie della Grande Armata.

 

(21/01/2013)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia 1807 - Vendichiamo Austerlitz!

Collana: Historica
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

storia:
1807 - Vendichiamo Austerlitz!
nome originale:
1807 - Il faut venger Austerlitz!
data pubblicazione:
2007
pagine:
46

Schede consigliate

billy_the_kid_lucky_luke_1_s.jpg
graphic novel ed episodi
Billy the Kid
weird_science_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Weird Science