La redenzione del samurai

La redenzione del samurai, la romantica figura di guerriero giapponese vive nel fumetto di Recchioni e Accardi

[storia]

La redenzione del samurai


Galleria immagini

La redenzione del samurai è la seconda graphic novel pubblicata nella collana Le Storie della Sergio Bonelli Editore.

Il fumetto parte dalla figura storica degli antichi guerrieri giapponesi ma prende anche spunto da tanti sentieri che dell'affascinante figura del samurai sono stati tracciati nel corso del tempo dalla letteratura, dal cinema, dal fumetto e sicuramente anche dell'animazione giapponese.

La sceneggiatura della storia è opera di Roberto Recchioni mentre i disegni, che presentano evidenti contaminazioni derivate dal fumetto manga, sono realizzati da Andrea Accardi.  

La redenzione del samurai del titolo è quella che potrà essere accordata a Tetsuo Kogawa, discepolo prediletto del maestro di spada Jubei Shimada (le cui sembianze omaggiano quelle dell'attore Toshiro Mifune) solo a patto di riportare il suo maestro al cospetto del Daimyo (termine col quale viene indicato un nobile signore feudale) che il maestro sembra avere tradito.

In caso contrario l'onta di aver tradito il suo signore ricedrebbe sul discepolo con tutte le gravi conseguenze che ne deriverebbero. La legge dei samurai prevede infatti l'estremo sacrificio a chi si sia macchiato di così gravi comportamenti.

La storia ha un impianto narrativo classico nel quale seguiremo le gesta del protagonista, un eroe dal cuore puro, scandite dal passare del tempo nel fluire lento degli eventi. Il lungo e pericoloso percorso di Testuo per arrivare da Shimada lo porterà a scontrarsi con briganti e ad affrontare pericoli di ogni genere ma gli farà conoscere meglio se stesso e gli farà incontrare un simpatico vecchietto cieco, Ichi, che si dimostrerà saggio e valoroso e saprà sorprendere in più di un'occasione il giovane Tersuo.

Ma una volta arrivato a destinazione, l'incontro col vigoroso maestro gli farà capire come non sia stata la slealtà verso il Daimyo o la codardia a far mancare Shimada ai suoi compiti.
Sulla via del ritorno Shimada e Kogawa porteranno alla luce la diffusa opera di estorsione perpetrata da briganti con la  connivenza di funzionari all'interno del feudo e, aiutati da Ichi, cercheranno di contrastarla in un epico scontro che vedrà i tre confrontarsi con un nutrito numero di briganti a cavallo (mentre il pensiero corre veloce a I sette samurai di Kurosawa). 

Gli autori affidano più alle immagini che alle parole lo sviluppo del racconto. Tetsuo spesso avanza solitario in paesaggi affascinanti ed in continuo cambiamento coinvolgendo il lettore nel suo lungo intimo viaggio alla ricerca della verità. Le parole lasciano spazio alle immagini anche nelle tante scene d'azione, nei numerosi scontri che Tetsuo e i suoi compagni affronteranno nel corso del fumetto.

Molta attenzione è posta alla cultura, ai costumi ed ai rituali giapponesi che vengono spesso indicati con i termini originali di quella lingua. Tra i tanti spicca il più atroce di tutti, il Seppuku, rituale mediante il quale il samurai si toglie la vita aiutato da un suo prescelto, chiamato Kaishakunin, il cui compito è quello di dare il colpo di grazia al coraggioso samurai suicida. Questa pratica non va confusa con il più noto Harakiri, rituale dove questa seconda figura è assente.

La redenzione del samurai è composto da 110 tavole in bianco e nero ed è stato pubblicato su Le Storie n. 2 il 13 novembre 2012. 

(15/11/2012)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia La redenzione del samurai

Collana: Storie
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

storia:
La redenzione del samurai
data pubblicazione:
2012
pagine:
110

Schede consigliate

th_bhang_n_15_giugno_1991_.jpg
albi
Bhang
dama_cuor_cinereo_giacomo_c_6__s.jpg
graphic novel ed episodi
La dama dal cuor cinereo
jim_cutlass_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Jim Cutlass