Il profumo dell'invisibile

Il profumo dell'invisibile, fumetto di Manara in cui compare per la prima volta Miele

[fumetto]

Il profumo dell'invisibile


Il profumo dell'invisibile è uno dei fumetti più famosi di Milo Manara, maestro indiscusso dell'erotismo della nona arte.

Primo incontro di Miele con l'uomo invisibile
Il primo incontro di Miele con l'uomo invisibile

Lo spunto di partenza è dato all'autore dal libro L'uomo invisibile, scritto nel 1881 da H.G.Wells, in cui si narra di uno scienziato che alla ricerca di fama e ricchezza individua un processo che gli consente di diventare invisibile e da quel momento si trova ad affrontare una serie di problemi legati alla sua nuova condizione.
Lo stesso punto di partenza nel fumetto di Manara conduce ad una storia completamente diversa visto che l'autore si diverte ad immaginare tutta la vicenda sotto un aspetto erotico e giocoso. Immagina quindi che tra le cose più interessanti che un uomo invisibile possa fare la maggior parte riguardano aspetti fondamentalmente sexy dallo spiare la donna amata all'interazione con giovani fanciulle inconsapevoli di quanto sta loro accadendo (spogliarle nel bel mezzo di una folla e scherzi simili) fino ad atti di violenza sessuale vera e propria che visto il genere di fumetto sono spesso ben accolti dalle malcapitate di turno.
Questo soprattutto nella prima storia del fumetto che è più allegra, solare e divertente. Nel secondo episodio realizzato da Manara le tinte si fanno più cupe e alla componente ludica si aggiunge una drammatica con l'introduzione di un gruppo terrorista che vuole approfittare della pomata dell'invisibilità per portare a segno con facilità un attentato terroristico.

Miele spiega il perché del suo nome
La bella protagonista de Il profumo dell'invisibile spiega perché tutti la chiamano Miele

I protagonisti del fumetto cambiano nei due casi, in particolare le eroine disegnate da Manara. Nel primo episodio la protagonista è Miele, la donnina più famosa di Manara che compare per la prima volta qui per poi essere ripresa più volte sia nella serie di storie brevi pubblicate sotto il nome di Candid Camera che come comparsa in altri fumetti dell'autore (ad esempio Il gioco 2). Chi utilizza la pomata dell'invisibilità è un uomo che si vede ben poco essendo nella maggior parte delle tavole completamente invisibile. Tra gli altri protagonisti va segnalata l'acida e spietata Beatrice, ballerina di successo e donna assai bella ma con un carattere assai sgradevole.
Nella seconda parte la protagonista è Bruna, personaggio completamente diverso per aspetto e per caratteristiche. Miele è bionda, solare e ama vivere alla giornata, non ha propositi di fama, ricchezza o altro e la pomata dell'invisibilità le interessa più che altro per l'aspetto eccitante di avere a che fare con un uomo invisibile e poter dare sfogo a fantasie immaginarie mentre Bruna è scura di capelli (da cui il nome), e si dimostra da subito interessata all'invisibilità per trarne il massimo profitto; quello che interessa alla protagonista del secondo episodio è quindi solo la ricchezza e per ottenerla sa essere quanto più spregiudicata e disinibita possibile al punto da rapire il professore (lo scienziato che ha scoperto la formula) e usare delle armi molto particolari per riuscire ad estorcergliela.

Bruna, la sexy protagonista de Il profumo dell'invisibile 2
Bruna, la spregiudicata protagonista de Il profumo dell'invisibile 2

Tra le due è Miele (le cui fattezze sono ricalcate su quelle della sex-symbol del periodo, la statuaria Kim Basinger) ad aver avuto un notevole successo mentre Bruna non riesce a bissare la fama della precedente donnina di Manara.
Il primo episodio de Il profumo dell'invisibile è stato pubblicato nel 1986 per la rivista francese l'Echo des Savanes che lo ha commissionato a Manara in seguito al clamoroso successo de Il gioco, la sua opera forse più famosa.
In Italia è stato pubblicato sulla rivista Totem Comics e poi riproposto su altre riviste e ristampato in volumi di ogni genere e qualità.
Il secondo episodio, Il profumo dell'invisivile 2 è stato realizzato nel 2001 e pubblicato in diversi fascicoli allegati alla rivista Panorama. Anche questo è stato poi riproposto in volumi ma sicuramente non ha avuto lo stesso successo della prima storia.

Manara è solito trattare il sesso e l'erotismo in maniera leggera e divertente e questa è una delle sue opere apertamente erotiche più divertenti ed interessanti, specialmente la prima storia in cui l'autore si diverte ad immaginare una serie di possibili situazioni scabrose che possono derivare dalla situazione di partenza e le porta avanti abbastanza arditamente sul filo sottile che lo separa dal fumetto porno ma senza oltrepassarlo grazie al fatto che l'invisibilità del protagonista maschile riesce a rendere le situazioni sempre più suggerite che mostrate.

Il profumo dell'invisibile del titolo non è altro che l'odore molto caratteristico che emana la pomata dell'invisibilità, un aroma vicino a quello del caramello che si sente quando chi ha usato la pomata è nelle vicinanze. E' grazie a questo odore che, chi sa dell'esistenza della pomata, può capire che c'è una persona che si è resa invisibile nei paraggi.

A seconda delle edizioni i fumetti sono proposti in versione in bianco e nero o a colori.

Dal fumetto è stato tratto un film d'animazione francese Le parfum de l'invisible del 1997, regia di Francis Nielsen.

 

 

(21/01/2009)

Le storie di Il profumo dell'invisibile
elenco completo
I personaggi di Il profumo dell'invisibile
elenco completo
Gli autori di Il profumo dell'invisibile
elenco completo
Gli albi di Il profumo dell'invisibile
elenco completo
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
Il profumo dell'invisibile

Schede consigliate

mondadori_fantastica_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Fantastica
nero_rivista_granata_press_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Nero
ballata_per_de_andre_ico.jpg
graphic novel ed episodi
Ballata per Fabrizio De André
pazienza_destino_ico.jpg
graphic novel ed episodi
La pazienza del destino