La caduta di Brek Zarith

La caduta di Brek Zarith, sesto episodio della saga fantasy a fumetti di Thorgal, firmato da Van Hamme e Rosinski

[storia]

La caduta di Brek Zarith


Galleria immagini

Il sesto episodio della saga fantasty a fumetti Thorgal ideata da Van Hamme e Rosinski si intitola La caduta di Brek Zarith ed è originariamente pubblicato sulle pagine del settimanale belga Tintin tra il febbraio ed il maggio 1983. In Italia è pubblicato integralmente nel febbraio 1987 sulle pagine della rivista Comic Art (sull'albo n. 30 del celebre mensile di fumetti).

La Caduta di Brek Zarith, si apre con la presentazione della fortezza a picco sul mare e del suo sovrano, circondato da sudditi lascivi e subdoli e da maghi, scienziati o sedicenti tali, che portano avanti i loro studi ed esperimenti, sovvenzionati dal loro spietato mecenate. Thorgal giunge in questa fortezza da solo, non si unisce né all’esercito radunato da Galathorn, che intende riprendersi il trono, né ai vichinghi di Jorund il toro, che attaccano la fortezza dal mare.

Il nostro eroe riesce ad entrare nella fortezza, seguendo il suo indomito coraggio. Qui, incontrerà per la prima volta suo figlio Jolan e riuscirà a ritrovare Aaricia. Nel frattempo Shardar distruggerà la flotta vichinga con gli specchi ustori di Archimede, sfuggirà ad una congiura dei baroni, avvelenerà tutta la sua corte; tanto che al loro arrivo Galathorn e Jorund troveranno la fortezza abbandonata e piena di cadaveri.

Il re vichingo, poi, vittima della sua avidità, morirà in una trappola predisposta da Shardar. Thorgal si lancerà all’inseguimento del malvagio sovrano, ma finirà col perdersi in un labirinto sotterraneo pieno di pericoli, dal quale riuscirà a salvarsi soltanto con l’aiuto della forza mentale del figlio. Riabbracciati, infine, Aaricia e Jolan, Thorgal si congederà da Galathorn, con parole di fuoco : “Come può essere giusto che un uomo regni da solo su altri uomini? Cosa importerà ai tuoi sudditi di aver cambiato padrone? Saranno sempre e solo dei sudditi. Aaricia ed io non cerchiamo né potere né fortune, ma solo la libertà di agire secondo il nostro cuore. E non è in un regno come il tuo, Galathorn, che potremo trovare questa libertà”. I tre, allora, si metteranno in viaggio sul mare con una piccola imbarcazione, lasciando il nuovo sovrano a regnare sulle macerie di un regno corrotto, giunto ormai al suo declino.

In questa storia, le vicende all’interno del palazzo si svolgono in un’atmosfera onirica distorta. La corte è impegnata in un festino eterno. Nobili e baroni banchettano e si sollazzano lascivamente, controllati da Shardar, che offre loro panem et circenses, citando le Satire di Giovenale.

L’atmosfera delineata in questa tavole richiama molto da vicino quella descritta nello splendido racconto La maschera della morte rossa di E.A. Poe; anche l’epilogo della corte di Shardar, è simile a quanto descritto dal maestro americano nel suo racconto.

Nella distruzione dei drakkar vichinghi, con l’espediente degli specchi ustori di Archimede, troviamo un riferimento cronologico per collocare le vicende del figlio delle stelle. Il perfido Shardar spiega ad Aaricia, l’espediente degli specchi, affermando: “l’idea non è mia, del resto Archimede aveva utilizzato questo metodo mille anni fa per incendiare le galere romane che assediavano Siracusa”. Pertanto, considerando che l’assedio di Siracusa avvenne nel 216 a.C., possiamo calcolare che la caduta di Brek Zarith avviene intorno all’anno 784 d.C., ovvero agli albori dell’epoca vichinga, posta convenzionalmente tra il 790 d.C., anno dei primo saccheggi documentati, e il 1066, anno della conquista normanna dell’Inghilterra.

Infine, le divinazioni del malvagio mago Helgith, che trae visioni dai pensieri e dalla mente di Shardar, fanno tornare alla mente i poteri de Il Mulo, indimenticabile personaggio del ciclo narrativo Le Fondazioni di I. Asimov.

Con La Caduta di Brek Zarith si chiude il ciclo, in tre volumi, di Shardar il possente. Anche in questo caso siamo di fronte ad una storia coinvolgente, che, però, in alcuni passaggi, paga dazio alla brevità, imposta agli autori dalle 46 tavole che hanno a disposizione.

(31/07/2016)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia La caduta di Brek Zarith

Collana: Thorgal
Rivista: Comic Art
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
episodio n.:
6
storia:
La caduta di Brek Zarith
nome originale:
La Chute de Brek Zarith
data pubblicazione:
02-1983
pagine:
46

Schede consigliate

ray_bradbury_1__ico.jpg
graphic novel ed episodi
Vieni nella mia cantina
l_uomo_del_messico_ico.jpg
graphic novel ed episodi
L'Uomo del Messico
asterix_il_gallico_ico_.jpg
graphic novel ed episodi
Asterix il gallico