Nonna Abelarda

Nonna Abelarda - La dinamica nonnina dei fumetti creata da Giovan Battista Carpi

[fumetto]

Nonna Abelarda


Galleria immagini

Nonna Abelarda è uno straordinario personaggio del fumetto italiano dedicato ai più piccoli, nato nel 1955 dalla fantasia di Giovan Battista Carpi ed apparso sulle pagine del mensile per ragazzi Volpetto, dedicato all'omonimo personaggio ideato da Giulio Chierchini, di cui rappresenta un'improbabile nonna essendo Volpetto una volpe antropomorfa, in avventure realizzate dalla coppia di autori.

Il personaggio di Nonna Abelarda si trasferisce poi su intuizione di Carpi, visto il suo successo e le sue indubbie potenzialità, a partire dal 1957, sul nuovo periodico Soldino edito da Renato Bianconi e dedicato allo strampalato regno di Bancarotta, governato dal re-bambino Soldino. Nonna Abelarda diviene così la nonnina del piccolo re, che incontra nella storica avventura Arriva Soldino, pubblicata sul primo numero del neonato periodico, in cui il bimbo tenta di sfuggire ai suoi regali doveri in cerca di più appropriate marachelle e voglia di libertà. Abelarda si rivela una nonnina putativa pronta a viziarlo e ricoprirlo di torte strepitose, ma anche una tutrice attenta ad imporgli un po' di sana educazione ed il rispetto dei propri doveri.

Il personaggio è un autentico caleidoscopio di trovate ed un concentrato di energia, infatti pur centenaria nell'aspetto e sicuramente nell'età, Nonna Abelarda dimostra una vitalità strepitosa ed una forza incredibile che le consente di confrontarsi con qualsiasi tipo di avversario o pericolo grazie ai suoi micidiali sganassoni, contrastando ben poco temibili avversari umani e ben più molesti avversari sovrannaturali o alieni, da infestanti vampiri a simpatici extraterrestri a fantascientifici robot. Per Nonna Abelarda non è un problema sbriciolare un muro con un pugno o disperdere un pericoloso sciame di api con un semplice soffio. Oltre alla forza prodigiosa, un'altra caratteristica del personaggio è la capacità di sfornare succulente torte al ribes ed ai mirtilli, destinate ad essere contese dai protagonisti delle storie.

L'affiatatissima coppia Soldino-Nonna Abelarda diviene quindi un imperdibile classico, destinata a resistere agli anni, accompagnata dagli altri comprimari del fumetto, primo tra tutti l'inefficiente ministro Scartoffia, braccio destro di Soldino che cerca di riportare il giovanissimo monarca ai suoi regali impegni.

Diviene quindi fondamentale il contributo di Nonna Abelarda nel risolvere le controversie che interessano il regno di Bancarotta, talvolta indispensabile per contrastare i tanti avversari del regno, esterni o interni, come il perfido ed invidioso duca Frittella, ma talvolta destinato a naufragare in insuccessi diplomatici. Le storie sono ovviamente destinate a spaziare tra i generi, non limitandosi a trattere le alterne vicissitudini del regno di Bancarotta, virando pertanto di volta in volta sull'avventuroso, il giallo, il fantastico, ma sempre dense di un giocoso e surreale umorismo e di un gusto nonsense, marchi di fabbrica del fumetto.

Col tempo nascono anche degli avversari ricorrenti del personaggio, dei vilain caratteristici, spesso esilaranti alter-ego parodici di personaggi di altri comic. Tra questi troviamo ad esempio la banda dei Neroni, lestofanti con mascherina tutti uguali in stile Banda Bassotti, comandati da un capo adrenalinico e minuto vestito di nero, ed il perfido Malvagik, ladro in calzamaglia nera palese emulo di Diabolik, accompagnato dalla compagna, anche lei in calzamaglia nera, Crudelia ed ancora troviamo gli sfortunati fratelli Nic e Noc e l'immancabile scienziato pazzo dottor Magnus.

Le storie di Nonna Abelarda attraversano quindi numerosi dei periodici a fumetti editi da Bianconi, da Volpetto a Soldino, da Trottolino a Bongo. La vitalità dell'arzilla vecchina sembra passare quasi indenne attraverso i decenni se si considera che le sue avventure sono riproposte a partire dal gennaio 1974 in un nuovo mensile che prende il nome proprio dal personaggio creato da Carpi, Abelarda (Le avventure di una nonna terribile). E non si tratta ancora dell'ultima pubblicazione dedicata al personaggio, infatti nel 1991, dopo quasi altri vent'anni, ritroviamo Nonna Abelarda come protagonista assoluta della nuova collana, stavolta di breve durata, Le avventure di Nonna Abelarda - Serie Oro, ultima pubblicazione delle avventure del personaggio.

Tra gli autori del fumetto, oltre a Giovan Battista Carpi ed al Chierchini dei primi episodi, troviamo numerosi altri artisti, uno dei più prolifici è Nicola Del Principe mentre altri importanti artisti che si sono cimentati col personaggio sono Luciano Capitanio, Alberico Motta, Tiberio Colantuoni e Luciano Gatto.

Il successo del personaggio ha dato vita per qualche anno anche ad un fiorente merchandising, in particolare di articoli per la scuola, con una ricca varietà di quaderni dedicati a Soldino e Nonna Abelarda.

La fama di Nonna Abelarda travalica anche i confini nazionali giungendo in Francia, dove il personaggio è pubblicato col nome di Tartine Mariol.

Nel novembre 2005 la prestigiosa collana I classici del fumetto di Repubblica - Serie Oro dedica il suo 62mo volume ai personaggi editi da Bianconi ospitando le 2 più celebri creature dell'editore, Geppo e Nonna Abelarda, nell'albo intitolato Geppo & Nonna Abelarda - Il diavolo buono e la vecchina.

(03/02/2013)

Gli albi di Nonna Abelarda
elenco completo
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
Nonna Abelarda

Schede consigliate

dolce_cadra_pioggia_ico.jpg
graphic novel ed episodi
Dolce cadrà la pioggia...
un_duro_addio.jpg
graphic novel ed episodi
Un duro addio
th_tex_classici_fumetto_repubblica_n_2_.jpg
albi
Tex