Dottor Jack

Dottor Jack - Lo spione dei fumetti di Filippo Scozzari

[fumetto]

Dottor Jack


Galleria immagini

Il Dottor Jack è un personaggio dei fumetti di Filippo Scòzzari, dal volubile nome, apparso per la prima volta sulle pagine di linus nel febbraio 1977.

Il personaggio ha l'insolita attitudine a presentarsi nelle storie con nomi differenti, pur trattandosi palesemente dello stesso individuo, così di volta in volta avremo a che fare con il dottor Gek, il dottor Gec (qualcuno asserisce sia l'acronimo di Grande Emerito Citrullo) e simili.

Il dottor Jack (o uno qualsiasi dei vari quasi omonimi) è un investigare privato (iconograficamente classico, con trench ma senza cappello) che si occupa spesso di casi strampalati e misteriosi ma non disdegna le avventure all'apparenza più classiche. In realtà, alla sua prima apparizione nell'episodio Il fantasma delle fonderie, il dottor Jack è un dirigente dell'ufficio del personale alla Magneti Marelli. Solo dal successivo episodio Frazz! si definirà il suo ruolo di investigatore privato a tutto tondo. La prima storia è del resto l'adattamento di un racconto di Pasquini e non un soggetto originale di Scòzzari.

Al principio di ogni avventura gli è affidata, con le stesse identiche modalità, dai suoi misteriosi e trafelati superiori, una missione di vitale importanza. Missioni come individuare i talentuosi artisti di incisioni clandestine (Frazz! - Che fine a fatto Armonica Mengoli?), scoprire chi ogni giorno ruba tre minuti di trasmissioni televisive, principalmente interruzioni pubblicitarie (Il caso del buco nella mente) o impedire la produzione in serie dell'erotica macchina della felicità (L'invenzione di Rhoss).

Trattandosi di Scòzzari il fumetto gioca molto sul registro del grottesco e dell'umorismo nero ed eccessivo, non disertando i temi del politico e del sociale con occasionali ed aperte polemiche. Il protagonista è un investigatore privato lontano dai modelli classici in quanto votato alla sconfitta, a prescindere dalla soluzione dei misteri che riesce comunque a portare a casa. Non troppo capace, è piuttosto fortunato nel trovare le tracce, da cui si lascia guidare piuttosto che seguirle. Dimostra un carattere spesso poco ardimentoso e non troppo intraprendente.

Un bollino all'inizio di ogni storia indica il numero e la descrizione del caso trattato ("il 23? Caso Cattivo! Caso Luciferino! Sostanzialmente!") e da una differente definizione del dottor Jack ("Dott. Jack, spione erotico" piuttosto che "Dottor Gek, spione ambizioso" e così via).

Scopriamo quasi subito come il dottor Gek sia un investigatore alle dipendenze del partitone, ovvero del Partito Comunista Italiano, per conto del quale svolge le sue articolate indagini, agevolando così Scòzzari nell'irrisione dei contorti e corrotti ambienti della politica. Per questo talvolta le richieste e le indagini del dottor Gek assumeranno significative, polemiche valenze, così come le deposizioni degli individui interrogati durante le indagini. Proprio contro gli avversari/complici politici ed i "pericoli" sociali si rivolgeranno una parte delle indagini. E se non sarà raro che solo alla fine dell'episodio il dottor Gek capisca quanto sia stato una semplice pedina nelle mani dei suoi superiori, è pur vero che in qualche occasione riuscirà a dimostrare una maggiore autonomia di giudizio e ad agire in modo più personale.

Nel corso degli anni Scòzzari ha ripreso il personaggio in varie occasioni su differenti riviste ed in vari contesti, passando da linus a Cannibale ad alterlinus a Frigidaie, utilizzando talvolta il personaggio come pretesto per raccontare storie di natura quanto mai varia, che potrebbero esistere a prescindere dal protagonista, ma costruendo più spesso le trame su misura per il personaggio.

Oltre a Il fantasma delle fonderie, fumetto d'esordio del dottor Jack, un'altra tra le più note avventure del personaggio è sicuramente Fondi di tenebra (Missione a Monte Dyson). Si tratta di una occasionale scampagnata del dottor Gek al di fuori delle consuete pagine di linus, Cannibale o Frigidaire. Fondi di tenebra è pubblicato infatti in una serie di fumetti dedicati dal settimanale Panorama ai più grandi scandali italiani a fumetti, serie a cui hanno collaborato grandi autori di fumetti come Altan e Mattotti. Lo scandalo rappresentato da Scòzzari (e dal suo personaggio) è quello legato ai fondi neri Montedison.

Tra l'altro, proprio nell'episodio Fondi di tenebra  il dottor Gek, per indagare sul perché Dio sia sempre con gli avversari politici (democristiani) e mai con i suoi (comunisti), non esita a bere cicuta per portare a termine le indagini. Purtroppo i calcoli fatti sono sbagliati e la sua destinazione sarà l'inferno e non il paradiso. Così in questo e nei successivi episodi il dottor Jack sarà richiamato direttamente dall'aldià per svolgere nuove indagini sulla terra, grazie ai potenti mezzi del partito.

Solitamente i fumetti del dottor Gek sono realizzati in bianco e nero anche se non mancano storie a colori, come La macchina C.A.R.I.S.M.A. (pubblicata su Frigidaire n. 4 del febbraio 1981) o Il triangolo d'oro (pubblicata su Frigidaire n. 11 nell'ottobre 1981). Gran parte delle storie del personaggio sono raccolte nel volume Dottor Jack edito da Primo carnera nel 1983, volume che propone però tutte le storie in una versione in bianco e nero.

(19/05/2012)

Le storie di Dottor Jack
elenco completo
Gli autori di Dottor Jack
elenco completo
Gli albi di Dottor Jack
elenco completo
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
Dottor Jack

Schede consigliate

manara_le_opere_sole24ore_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Manara - Le opere
alex_magnum_recluta_3_s.jpg
graphic novel ed episodi
La recluta