Poche ore all'alba

Poche ore all'alba, l'esordio dello Sconosciuto di Magnus

[storia]

Poche ore all'alba


Galleria immagini

Abbandonato il lungo sodalizio con Max Bunker, Magnus intraprende il personalissimo percorso che lo porterà ad attraversare ed innovare molti generi del fumetto italiano.
Una delle prime opera che l'artista realizza da solo (il primo personaggio seriale) è l'affascinate Lo Sconosciuto, un fumetto ed un personaggio non facili che rappresentano per molti versi una rottura col passato anche all'interno dello stesso fumetto per adulti (il genere noir come inteso fino a questo momento).

Questo Poche ore all'alba è il primo episodio della saga de Lo Sconosciuto; l'episodio in cui facciamo la conoscenza con il personaggio, intuiamo qualcosa del suo terribile passato di mercenario e sulla sua attuale condizione di 'reduce'.

Unknow, il protagonista, entra in scena dopo oltre venti tavole, a vicenda iniziata.
Vediamo un carico d'armi contrabbandato attraverso il deserto del Sahara che viene intercettato da una pattuglia di militari. E' evidente come qualcuno abbia fatto la spia e di conseguenza è inevitabile che qualcuno debbe pagare. I trafficanti non tarderanno molto a scoprire la verità.
I principali sospettati sono l'ingengere francese Pierre Duval e la sua segretaria/amante, la bella e spietata Eliza Goncalvez ed i trafficanti si metterano ben presto sulle loro tracce.
Mentre queste vicende si dipanano Unknow è seduto al tavolino di un bar immerso in dolorosi ricordi. E' qui che la sorte della ragazza si lega a quella di Unknow; lo Sconosciuto fa fuori i due inseguitori della ragazza (nessuna galanteria, si tratta di vecchi conti da saldare) che riesce a fuggire. La morte dei due uomini scatena la reazione del caid Youssef M'Barek, pezzo grosso locale invischiato nella gestione dei traffici illeciti, che vuole morto il misterioso individuo che ha ucciso i suoi uomini.
Ma l'eliminazione di Unknow si rivelerà tutt'altro che facile, mentre la situazione sul campo diventerà sempre più caotica e vedrà contrapporsi trafficanti e polizia, spie, truffatori e perfino i servizi segreti.
La ragazza, in cerca di protezione, proverà, senza successo, a sedurre lo Sconosciuto ma saranno altri gli eventi che lo porteranno a tornare in azione.
Ripreso in mano l'equipaggiamento di un tempo, di quando era mercenario, Unknow andrà in cerca di una personale vendetta, dimostrando come sia per lui impossibile sfuggire a quel passato ormai lontano che sembra continuare a perseguitarlo.

Poche ore all'alba è stato pubblicato nel 1975 dall'editore Renzo Barbieri nel classico formato poket.
Questo primo episodio non ha ancora le massicce dosi di violenza e di sesso esplicito che caratterizzano gli altri albi del primo ciclo de Lo Sconosciuto. Ha invece, come anche gli episodi successivi, un'ottima sceneggiatura che dà il giusto spazio ai tanti riusciti personaggi che si affollano sulle tavole del fumetto, una scrittura asciutta e coinvolgente e degli splendidi disegni.

Alla realizzazione di Poche ore all'alba ha collaborato l'amico di Magnus Francesco Guccini che però ha abbandonato quasi subito il progetto. Dirà Magnus che le sequenze sceneggiate insieme a Guccini sono quelle relative a 'l'inghippo della fanciulla e dei diamanti e lo scontro al bar con le revolverate'.

(04/02/2010)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia Poche ore all'alba

Edizioni in volume
Collana: Stile Libero
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
storia:
Poche ore all'alba
data pubblicazione:
1975
pagine:
120

autore:

Schede consigliate

dio_minore__toppi_ico.jpg
graphic novel ed episodi
Dio minore
prendimi_kraken_2_ico.jpg
fumetti
Kraken