Il profumo dell'invisibile

Il profumo dell'invisibile, erotismo e commedia si fondono nell'opera di Manara

[storia]

Il profumo dell'invisibile


Galleria immagini

Il profumo dell'invisibile è la prima delle due storie che, almeno fino ad oggi, compongono la serie di Milo Manara Il profumo dell'invisibile.

In questa storia l'affascinante e maliziosa, ma a tratti ingenua, Miele (qui al suo esordio) viene casualmente a contatto con uno scienziato che ha scoperto una sostanza per diventare invisibili; si tratta di una pomata dal caratteristico odore di caramello che una volta spalmata su cose e persone le rende invisibili.
Il timido scienziato ha intenzione di usare la formula per poter stare vicino all'amata Beatrice, una promettente ballerina arida e senza cuore che l'uomo ama alla follia sin da quando era bambino.
L'uomo si rivela abbastanza inibito, almeno all'inizio, ed il suo amore per la giovane ballerina è solamente platonico. Caramello, questo è il nome con cui è solita chiamarlo Miele, spera, grazie all'invisibilità, di poter avvicinare la ragazza e seguirla per un po' in giro durante la sua tourné.
Miele, la nostra protagonista, lavora come segretaria per Beatrice e questo le consetirà di incotrare più volte l'uomo invisibile; la ragazza si divertirà spesso a tormentarlo provocandolo con una certa spregiudicatezza, aiutata in parte dalla convinzione di stare immaginandosi tutto.
Le cose si complicano quando l'uomo capisce di non aver mai contato nulla per Beatrice. La sua vendetta si riverserà sul gentil sesso portandolo ad importunare qualsiasi donna incrociata per strada; ma ben presto la vendetta si tramuta in una passione; l'uomo fino ad allora amante platonico si scopre incapace di non pensare al sesso ed in particolare al corpo femminile che si diverte ad 'esporre' in tutti i modi possibili, coinvolgendo ignare ragazze in situazioni estremamente imbarazzanti (come denudarle in locali affollatissimi nella migliore delle ipotesi).
Gran finale dal sapore felliniano con il teatro tenda sul quale doveva esibirsi Beatrice trascinato alla deriva nel bel mezzo di un mare in tempesta insieme alle sue imponenti scenografie.

Realizzata da Manara nel 1986, Il profumo dell'invisibile fa esordire il personaggio di Miele, che Manara non riprenderà per il secondo episodio del fumetto ma utilizzerà comunque sia in un ciclo di storie brevi (Candid Camera) che all'interno di altri suoi fumetti.
Il personaggio di Miele è ispirato alla figura di Kim Basinger, sex symbol degli anni '80.

Il fumetto, realizzato per la rivista l'Echo des Savanes, è stato pubblicato in Italia da Totem Comics e riproposto spesso sia nell'originaria versione in bianco e nero che a colori.

(05/10/2009)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia Il profumo dell'invisibile

comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

storia:
Il profumo dell'invisibile
nome originale:
Le parfum de l'invisible
data pubblicazione:
1986

autore:

personaggi:

Schede consigliate

th_linus_288_marzo_1989.jpg
albi
linus
spygames_ico_.jpg
fumetti
SpyGames
marina_venezia_bertotti_2_s.jpg
graphic novel ed episodi
Ponte del diavolo