Dick Turpin

Dick Turpin, affascinante bandito di strada nel fumetto di Lele Vianello

[storia]

Dick Turpin


Galleria immagini

Lele Vianello prende spunto dalle vicende reali del brigante di strada Dick Turpin che ha terrorizzato l'Inghilterra nei primi anni del 700 per la realizzazione del fumetto Dick Turpin.
Dell'originario brigante privo di scrupoli Vianello traccia una figura più romantica e affascinante, se non proprio simile a Robin Hood comunque lontana dall'immagine di un sanguinario criminale. D'altronde è quella romantica e leggendaria l'immagine divulgata nel tempo del feroce bandito dalla cultura popolare inglese, attraverso ballate e rappresentazioni di vario tipo.

Il fumetto Dick Turpin vede la luce sulle pagine della rivista Corto Maltese nel 1993. E' l'autore stesso a fare una breve introduzione al personaggio narrando i punti salienti della biografia del brigante che lo porteranno a morire sulla forca il 7 aprile dl 1739.

Il protagonista del fumetto è Richard Turpin meglio noto col diminutivo di Dick. Dick è solito compiere le sue rapine nei dintorni di Londra, in particolare assalta le diligenze lungo le foreste che portano alla capitale.
Vestito con eleganza e nascosto in volto da una maschera nera che gli copre gli occhi, il fascinoso brigante è galante nei modi, soprattutto con le belle dame che è solito incontrare sulle diligenze assaltate, ma assolutamente impeccabile nel risultato che porterà gli sfortunati che incroceranno la sua strada ad essere depredati dei loro averi.

Il fumetto è ambientato nei primi anni del settecento dando la possibilità all'autore di rappresentare la vita del periodo, la nobiltà negli sfarzosi palazzi da un lato e le oscure bettole affollate di derelitti e poco di buono dall'altro.

Nonostante il fumetto sembri nato e sia adattissimo per dare luogo a seguiti ed a nuove avventure del personaggio, non ci risultano altri episodi oltre a quello originario pubblicato su Corto Maltese dal genrico titolo Dick Turpin.

Nelle 37 pagine della storia vediamo il nostro eroe in azione nella periferia di Londra assaltare in tutta tranquillità diligenze e sottrarre, naturalmente, il bottino. L'ultima diligenza assaltata è sfortunatamente quella del Colonnello Hamilton che per questo giurerà vendetta al temerario bandito.
Hamilton assolderà dei pericolosi cacciatori di taglie indiani, di razza Mowak, due veri e propri segugi che riusciranno ben presto a trovare una pista nella foresta per giungere al nascondiglio di Dick Turpin ma una volta trovato non sarà certo facile riuscire a catturarlo.
Ovviamente Dick riuscirà a sfuggire ai temibili avversari e, tra una cosa e l'altra, riuscirà a prendersi un'adeguata vendetta ai danni del gestore di un teatrino di burattini le cui rappresentazioni non sembrano essere gradite al nostro.

Dopo l'originaria pubblicazione su Corto Maltese (n. 5 del maggio 1993 e n. 6 del giugno 1993) le avventure di Dick Turpin sono state riproposte sulle pagine della rivista Il Grifo.

(19/07/2009)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia Dick Turpin

Rivista: Corto Maltese
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

storia:
Dick Turpin
data pubblicazione:
1993
pagine:
37

autore:

Schede consigliate

uomo_reversibile_ico.jpg
graphic novel ed episodi
L'Uomo Reversibile
vacanze_esotiche_lupo_alberto_ico.jpg
graphic novel ed episodi
Le vacanze esotiche di Lupo Alberto