1793

1973, secondo episodio de Gli occhi e la mente, rivisitazione dell'assassinio di Marat

[storia]

1793


Come facilmente intuibile dal titolo questo episodio de Gli occhi e la Mente di C. Trillo e A. Breccia è ambientato nel lontano 1793, o meglio è questo l'anno in cui il nostro protagonista, Cornelius Dark, vaga col pensiero alla ricerca di un po' di libertà lontana dalle fredde e scure mura della prigione dove è rinchiuso.


Cornelius Dark

Il luogo è invece la Francia e quindi Cornelius si trova nel bel mezzo della Rivoluzione Francese, alla cui causa darà un imprevedibile contributo con l'uccisione di Jean-Paul Marat, grazie ad un astuto strategemma da parte di Carlotta Corday (l'effettiva assassina di Marat), strategemma a suo modo inutile visto che l'improvvisa scomparsa di Cornelius per far ritorno alle tristi mura della sua cella fa ricadere la colpa comunque sulla Corday, lasciando inalterato il corso della storia.
Versione romanzata degli avvenimenti della storia francese anche se Carlotta Corday, colta praticamente sul fatto, a differenza del fumetto non ha mai cercato di negare di aver ucciso Marat.

Trillo e Breccia ci propongono un dramma a tinte fosche, cupo e sanguigno, fortemente giocato sui contrasti di luce e con un taglio espressionista in cui le inquietanti facciate degli imponenti edifici sembrano portarsi dietro l'atmosfera di terrore e sospetto che certo si poteva respirare ai tempi del 'Comitato di salute pubblica'.

La storia è stata pubblicata, senza un titolo specifico (col solo titolo del fumetto), sul secondo numero della rivista L'Eternauta, nell'aprile 1982.

(08/03/2009)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia 1793

Rivista: Eternauta
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
storia:
1793
nome originale:
1793
anno:
1978
pagine:
12