La mia vita disegnata male

La mia vita disegnata male - Fumetto di Gipi

[storia]

La mia vita disegnata male


Non credete al titolo di questo fumetto, non è affatto disegnato male. Solo ad uno sguardo superficiale gli affascinanti disegni di Gipi possono sembrare improvvisati o naif. L'apparente semplicità dei disegni (o perlomeno di alcuni disegni) nasconde una grande capacità espressiva, un dinamismo, una precisione ed una cura per i particolari invidiabile. La costruzione delle tavole, la scelta delle inquadrature, la "recitazione dei personaggi", la capacità di rendere azioni e situazioni con pochi tratti dimostrano un grande talento, che del resto già si riconosceva a Gipi.

la mia vita disegnata male

Il fumetto è ricco di invenzioni visive utili a rendere al meglio l'immedesimazione nel personaggio, gli stati di allucinazione, la surreale realtà vissuta o magari a rafforzare con una visione poetica l'apparente banalità di alcuni aspetti della vita quotidiana. Un semplice sguardo apparentemente tirato via è perfettamente espressivo e maggiormente coinvolgente di tanti disegni iperrealisti. Il dinamismo e la realisticità di situazioni, movimenti, comportamenti sono talvolta ottenuti proprio tramite sottrazione o anche tramite esasperazione e distorsione nel difficile equilibrio di un tratto apparentemente naif. E' del resto evidente che il titolo ha una valenza metaforica di una vita vissuta male. Ma anche questa può essere considerata una bugia.

Con questo fumetto Gipi si mette a nudo, scava nella sua vita e racconta esperienze autobiografiche (o in forma autobiografica), talvolta filtrate con i mezzi della "poesia", della metafora, chiaramente rielaborati, riletti e riproposti con un visionario talento. Ed alterna scene reali disegnate, come detto, in un bianco e nero sporco e distorto, a scene immaginarie (o ad una realtà raccontata in forma di fiaba) realizzate con uno stile più curato ed a colori (che narrano le atipiche vicende di una nave di pirati sanguinari). E Gipi racconta con molto coraggio anche aspetti nascosti e personalissimi della sua vita, cercando di trovare un senso, una logica al tutto, fra traumi infantili ed esperienze giovanili. Racconta tutto con incontenibile ironia. Racconta la sua giovanile fascinazione per il mondo delle droghe ("Non ho mai parlato di queste cose nelle mie storie. Non volevo che suscitassero un qualche fascino sui ragazzi più giovani. Ora sono invecchiato. Odio i giovani. Farei qualunque cosa per danneggiarli"). Racconta le sue cattive esperienze con i dottori, che non riuscivano ad individuare né a curare la sua malattia. Dottori ridicoli o superficiali, personaggi assurdi e purtroppo reali. Racconta il trauma di un tentativo di abuso sessuale e l'effetto che può avere sulla mente di un bambino. Racconta le amicizie giovanili che si intrecciano e si perdono sfilacciandosi. E poi racconta di una nave di pirati sanguinari comandati da un terribile capitano che non ha mai amato nessuno in vita sua.

la mia vita disegnata male

E dopo innumerevoli esperienze, piacevoli o sgradite, affscinanti o terribili, alla fine è possibile trovare un equilibrio, una serenità, ed è tutto molto più facile di quanto sembri. Il segreto ci viene rivelato nelle ultimissime tavole del fumetto. Basta saper guardare, l'amore è dappertutto.

La storia è narrata con un'ironia ed un'autoironia feroce alternata a momenti di grande dolcezza, è ricca di personaggi straordinari e di dialoghi irresistibili. Come spiega anche l'autore, di alcune persone oneste e competenti incontrate non vi è alcun cenno nel libro; come sempre nella narrativa sono molto più interessanti i cattivi ("I buoni mi salvano il culo e non gli tocca neppure un disegno."). Sicuramente La mia vita disegnata male è un'opera che aiuta a pensare e riflettere e tocca in profondità i sentimenti del lettore. Che non la dimenticherà così facilmente.

Il fumetto è stato pubblicato nel 2008, in un volume realizzato con la consueta cura editoriale dalla Coconino Press.

(09/01/2009)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia La mia vita disegnata male

Collana: Coconino Cult
Collana: Coconino Omnibus
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

storia:
La mia vita disegnata male
data pubblicazione:
2008
pagine:
139

autore:

Schede consigliate

batman_the_killing_joke_Moore_Bolland.jpg
graphic novel ed episodi
Batman - The Killing Joke
th_linus_n_146_maggio_1977_.jpg
albi
linus
finzioni_pazienza_d_angelo.jpg
graphic novel ed episodi
Finzioni