Il rapimento di Annalisa

Il rapimendo di Annalisa, terzo episodio del fumetto La Compagnia della Forca

[storia]

Il rapimento di Annalisa


La compagnia della forca è fortunatamente scampata al crollo del castello del Castellano Sparviero ed ha trovato riposo sulle rive di un lago lontano lontano. In un'isoletta situata in mezzo al lago si innalza un sinistro castello che apprendiamo appartenere all'alchimista Athanor ed alla sua consorte Matilde. Il quieto vivere del maniero è però disturbato da un ospite sgradito e invadente, il rozzo orco Barbarigo.

L'orco Barbarigo ed il mago Athanor
L'orco Barbarigo ed Athanor, l'alchimista

L'orco infatti è un vecchio compagno di università del mago che col pretesto della vecchia amicizia si è insediato nel castello scroccando vitto ed alloggio e non manifestando la minima intenzione di andar via. Gli alterchi fra il mago e l'orco, talvolta placati dalla moglie del mago, si susseguono senza tregua, ma l'orco pur rendendosi conto di non essere gradito rimane tranquillamente fermo nella sua decisione di permanere nel castello del mago, peraltro non perdendo occasione per seminare zizzania e fomentare liti. Il mago Athanor è sempre impegnato in esperimenti e pozioni ed ha perciò costantemente delle ampolle fra le mani, che durante i litigi con l'orco inevitabilmente finiscono in terra causando esplosioni ed altri vari effetti.

Dalla vetta del castello, l'orco spia la bella duchessina Annalisa fare il bagno nel lago, e se ne invaghisce perdutamente. Insieme al suo fido assistente, il damigello di grazia e bellezza (nonché messaggio d'amore) rapisce la fanciulla e la rinchiude nelle segrete del castello come sua preda d'amore, il tutto all'insaputa del mago e della sua consorte. Ma la moglie del mago scopre tutto, fa uscire Annalisa dalle segrete e la fa vestire da fanciulla (privandola del suo tipico abbigliamento da arciere). Ma non riesce ad impedire le rivendicazioni di matrimonio dell'orco Barbarigo, il quale decide di chiedere la mano della duchessina direttamente al fratello sir Percy di Montblanc.

Il Damigello di grazia e bellezza e Messaggio d'amore
Il Damigello di grazia e bellezza e Messaggio d'amore

Invia perciò il suo affettato valletto, il damigello di grazia e bellezza, per presentare la richiesta di matrimonio alla compagnia della forca. Il Damigello di grazia e bellezza, inspiegabilmente narciso, è un individuo dall'aspetto decisamente sgraziato ma oltremodo convinto della propria bellezza, veste n un modo che vorrebbe essere elegante (fra paggetto e tutu') e si muove con aria impettita e altezzosa. Ripete come un tormentone la frase 'noi damigelli di grazia e bellezza siam troppo giovani per...'. Ma le sue certezze subiranno un duro colpo dall'incontro con Crusca e da un confronto ravvicinato ed imprevisto con uno specchio.

Sir Percy, con la testa fra le nuvole e il desiderio di liberarsi dalla indesiderata presenza della sorellina Annalisa decide di dare il suo benestare alle nozze. Nel frattempo il prode Capitan Golia perde il lume della ragione, come accade spesso quando la duchessina Annalisa è in pericolo.

Fortunatamente l'intervento degli altri membri della compagnia della forca porta al salvataggio della duchessina. Nel rocambolesco finale apprendiamo che l'orco è già promesso sposo di un'orchessa (la dolce Cesarina), e con l'aiuto della compagnia della forca e della strega Vanessa, zia dell'orco, nonché dell'onnipresente caso, l'orco viene ridotto all'immobilità. Un'ampolla del mago Athanor caduta accidentalmente in terra trasforma l'orco in un blocco d'oro massiccio. Ed il mago Athanor, raggiunto il suo sogno di alchimista, non ricorda il contenuto dell'ampolla per ricreare la magica pozione.

La compagnia della forca nuovamente unita e libera può rimettersi in marcia verso nuove avventure.

Divertentissimo episodio della compagnia della forca, ci presenta una nuova carrellata di personaggi memorabili fra cui l'inedita coppia di narcisisti Orco Barbarigo - Damigello di grazia e bellezza, ma anche il caratteristico personaggio del mago Athanor e la sua consorte. Irresistibili e molto ben caratterizzati anche i personaggi secondari che appaiono per poche vignette, come Gigliozzo il servitore fedele dell'alchimista.

(01/12/2008)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia Il rapimento di Annalisa

Edizioni in volume
comments powered by Disqus