Da Maracaibo

[storia]

Da Maracaibo


immagine tratta da Da Maracaibo di AltanUna bufera di neve imperversa per le strade gelate, eppure sul treno La Spezia-Parma uno strano individuo (Ennio), proveniente da Maracaibo, indossa inadeguati indumenti leggeri (e va in giro senza un paltò...). Sembra essere venuto in gran fretta per la morte della madre. Sceso dal treno, non ancora pronto per andare a trovarla aspetta fino a tarda notte bevendo grog in un bar (fa pur freddo con una fantasiosa camicia a manica corta sotto una nevicata). Giunta la mezzanotte l'uomo esce dal bar e si avvia per i viali dietro la stazione, verso il quartiere delle prostitute. Sceglie la donna più vecchia ed insieme si allontanano verso la casa di lei. Dopo un breve arguto scambio di vedute apprendiamo che la prostituta altri non è (chiaramente) che la madre di Ennio.
Stacco sul treno Parma-La Spezia: fa sempre freddo ma ha smesso di nevicare, ancora qualche giorno e la neve sarà sciolta. Il solito passeggero curioso chiede spiegazione dello strano abbigliamento dell'individuo e sogna l'esotica località di Maracaibo, con le sue leggende ed i suoi corsari. Un giornale riporta il triste incidente di una anziana lucciola morta soffocata.
Altan ci racconta una breve storia (6 tavole) di quotidiana miseria e squallore, col solito distaccato cinismo e dialoghi arguti e brillanti. Individui che cercano di vivere alla meno peggio e di cui non conosceremo quasi niente. Ci limitiamo ad osservare tutto dall'esterno, senza partecipazione, come spettatori distaccati e possiamo solo immaginare le vite trascorse dai personaggi, ipotizzabili moventi della storia. Non è la sorpresa finale che conta, del resto scontata, sono i personaggi e lo splendido modo che ha Altan di narrare le storie.

(01/12/2008)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia Da Maracaibo

comments powered by Disqus