Batman

Batman - Il Cavaliere Oscuro

[personaggio]

Batman


Un bambino di tredici anni, un delitto insensato ed un pipistrello. Sono questi gli elementi che portano alla nascita di Batman.
Certamente bisogna considerare molti altri elementi senza i quali il cavaliere oscuro non avrebbe potuto nascere, ma questi sono ricorrenti e rinvenibili in tutte le interpretazioni sulle origini di Batman che si sono succedute.
Ah... e poi c'è Zorro.

Il bambino Bruce Wayne saltella contento nel vicolo buio, in compagnia dei suoi genitori; sono appena stati a vedereun film su Zorro e a Bruce è piaciuto un sacco. Malauguratamente, nel vicolo, si scontrano con un criminale che cerca di rapinare i tre, alla reazione del padre il criminale fa fuoco e uccide papà Wayne e la moglie.
Il bambino resta da solo a piangere sul corpo dei suoi genitori.
Bruce giura vendetta, promette che combatterà sempre il crimine e sarà il terrore di tutti i criminali, si dedica costantemente all'allenamento del corpo e della mente giungendo negli anni ad una condizione psico-fisica ottimale.
Un pipistrello infiltratosi in casa gli darà l'idea per il costume da pipistrello.
In realtà i fatti cambiano di volta in volta negli elementi non essenziali. Una delle versioni più suggestive è quella di Frank Miller (Il ritorno del cavaliere oscuro) che vede il bambino cadere nella bat-caverna (di cui ignorava l'esistenza) ed essere attaccato da alcuni pipistrelli.

Il personaggio di Batman, protagonista dell'omonimo fumetto, riesce ad essere più interessante degli altri personaggi di fumetti del periodo (uno tra tutti, Superman) prima di tutto perché non è un supereroe, quindi non ha superpoteri né niente che lo aiuti nella lotta contro il crimine. E poi ha una personalità molto più interessante e sfaccettata che col tempo diventa sempre più complessa e affascinante.
Dalla sua ha anche la galleria di nemici più caratteristici e con le più alte potenzialità che un fumetto di eroi mascherati abbia saputo dare. Basti pensare a personaggi come Joker e Doppia Faccia (sfruttati appieno dagli autori che ne hanno saputo cogliere le potenzialità).

Nella vita privata è conosciuto come Bruce Wayne, viziato multimiliardario con la fama da playboy, che vive dell'eredità dei suoi genitori e non svolge nessuna attività.Vive e 'lavora' a Gotham City, una non precisata metropoli americana ma spesso lo si è potuto vedere in location differenti in varie parti del mondo. Qunado entra in azione contro i criminali, per non farsi riconoscere e per terrorizzare i nemici, indossa il costume da pipistrello corredato da una serie pressocché infinità di 'gadget'.

I suoi metodi sono spesso spicci e senza mezze misure, non si fa problemi morali e combatte il crimine con le sue stesse armi (spessissimo i suoi nemici venivano uccisi, soprattutto nei primi episodi).
Per questo in alcune storie lo si è accusato di essere un fascista. Allo stesso modo si sono più volte avute insinuazioni su di una presunta omosessualità dello stesso (anche per via dell'ambiguo rapporto con Robin, il ragazzo meraviglia, suo assistente nella lotta contro il crimine).

Assistiamo ad una evoluzione del personaggio dagli inizi in cui era un combattente accanito che non disdegnava l'utilizzo delle armi, alla versione più edulcorata e rispettosa delle leggi, salvo ritornare poi ad essere l'originario cacciatore notturno e con pochi scrupoli dei primi episodi. Nel tempo anche l'aspetto si affina; da quello che era l'aspetto originario, figlio un po' del suo tempo (1939) muscoloso ma un po' tozzo e non troppo curato negli ambienti e nei particolari, diventa man mano più slanciato e atletico, per poi riempirsi di muscoli (nella versione di Dick Giordano) e diventare molto più dark e simile a quello che è oggi grazie al pennello di Neal Adams (che cura molto anche l'atmosfera cupa e tenebrosa).
La vera rinascita del cavaliere oscuro si ha però con Frank Miller che ridisegna il personaggio, lo invecchia e lo rende più cattivo e pieno di contraddizioni. Sono gli anni '80, quelli che vedono la stagione d'oro del personaggio con le storie migliori e le migliori interpretazioni.Dopo questa rottura col passato è possibile tutto, anche vedere un Batman psicologicamente molto fragile, sul confine molto labile che lo separa dalla follia, alla mercé dei suoi folli nemici in quel capolavoro assoluto di testi e disegni che è Arkham Asylum (di Grant Morrison e Dave McKean), il manicomio criminale che ospita tutti i nemici più pericolosi del nostro eroe ma che in alcuni casi potrebbe sembrare il posto più adatto alla mente, certamente non priva di traumi, di Batman.

(01/12/2008)

Le storie di Batman
elenco completo
Gli albi di Batman
elenco completo
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
personaggio:
Batman

Schede consigliate

fullcomics__2009.jpg
articoli, news e comunicati stampa
Fullcomics 2009
superwest_panic_0ico.jpg
graphic novel ed episodi
Panic in the City