Macerie prime

Macerie prime, Zerocalcare racconta le incertezze e la precarietà delle giovani generazioni nel nuovo volume Bao Publishing

[albo]

Macerie prime


Il 14 novembre 2017 giunge nelle librerie la nuova fatica letteraria di Zerocalcare, Macerie prime, un corposo volume dall'inedita dinamica editoriale che attualizza i temi classici dell'autore e garantisce un nuovo annunciato bestseller edito dall'ottima casa editrice Bao Publishing.

La dinamica editoriale è inedita, almeno per l'autore, in quanto il volume ospita solo la prima metà di una storia in due parti, la successiva destinata ad essere pubblicata a sei mesi di distanza. Ma non si tratta solo di una trovata commerciale, in quanto esiste una interessante logica alla base dell'operazione: la seconda parte non è un finale già ideato ma è un work in progress derivante dagli avvenimenti della vita reale dei personaggi. Zerocalcare racconta infatti il cambiamento che sta avvenendo nella sua vita ed in quella dei suoi amici, oltre che nel rapporto che li lega. Il passaggio all'età adulta, tema ricorrente dell'autore, diventa sempre più significativo dato il tenore autobiografico delle sue storie ed i cambiamenti in questi giovani che si trasformano in adulti diventano tanti man mano che Zero e i suoi amici crescono. In sei mesi cambiano tante cose, molte delle quali hanno messo radici in questo volume e troveranno compiutezza nell'albo successivo.

Come struttura del racconto assistiamo alla solita suddivisione in brevi capitoli della storia, episodi raccordati da alcune parentesi in cui bizzarri ed agguerriti individui osservano il mondo dalle macerie cercando di trovare un rimedio alla deriva. Le macerie sono quelle della generazione di Zerocalcare, costretta all'insicurezza ed alla precarietà, impossibilitata a creare una famiglia, fare dei figli, andare via di casa, costretta a lavori salutari, frustranti e malpagati.

In questo contesto, che coinvolge ovviamente gli amici di Zerocalcare, si innestano i sensi di colpa dello stesso autore per il proprio successo, difficili da gestire, che lo spingono ad accollarsi qualsiasi giusta causa nel tentativo di essere utile e di non diventare qualcosa di "troppo lontano da come mi sembrava giusto essere", ma sacrificando in questo modo la sua vita.

Quindi si ride ancora ma spesso si ride amaro, si affrontano temi importanti con cruda sincerità, scopriamo che fine hanno fatto i vecchi amici di Zerocalcare, con Secco che incredibilmente fa l'insegnante, il Cinghiale che altrettanto incredibilmente si sposa ed aspetta un figlio e gli altri indcisi sulla soglia del "mettere la testa a posto", tra titubanza personale ed impossibilità oggettiva. Anche l'Armadillo diventa sempre più defilato lasciando Zerocalcare da solo coi propri dubbi.

Dal punto di vista narrativo Zerocalcare conferma la consolidata maturità espressiva reggendo con un ottimo ritmo le 186 pagine del racconto ed integrando in maniera avvincente gli interventi fantasy dalle macerie con le quotidiane querelle dei protagonisti. Sicuramente ancora una bella prova per l'autore che lascia la curiosità di scoprire come andranno a finire le cose tra un po' di mesi.

Il volume Macerie prime è un bel cartonato di circa 17 x 24,5 cm con una foliazione di 200 pagine in bianco e nero. Ospita in coda una biografia di Zerocalcare ed ha un costo di 17 euro. Del volume esistono anche versioni alternative con copertina variant in 5000 copie numerate e con copertina speciale riservata alla fumetterie in 1500 copie numerate.

Storia presente sul volume:

ordinestoriafumettoautoricoloretipopagine
1Macerie primeZerocalcareb/n186 pagine

(31/12/2017)

comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

albo:
Macerie prime
data pubblicazione:
14-11-2017
editore:
formato:
17 x 24 cm
pagine:
200

Schede consigliate

uomo_morto_ico_.jpg
graphic novel ed episodi
L'uomo morto
prigione_ico.jpg
personaggi
il prigione
thorgal_sorelle_minkelsonn.jpg
graphic novel ed episodi
Le tre sorelle Minkelsonn