La spada del sole

La spada del sole, 16° episodio del fumetto fantasy Thorgal firmato Rosinski / Van Hamme datato 1992

[storia]

La spada del sole


Galleria immagini

La spada del sole è un episodio del fumetto fantasy Thorgal firmato da Rosinski e Van Hamme pubblicato a partire dal gennaio 1992. 

La spada del sole racconta le vicende di Thorgal, dopo che quest’ultimo ha deciso di abbandonare moglie e figli per tenerli al sicuro dai guai che sembrano perseguitare il protagonista, fin dalla sua più tenera età. Il Figlio delle Stelle, si dirige verso Est, e ben presto si vedrà coinvolto in una rivolta contro Orgoff, signorotto locale che spadroneggia sulla popolazione inerme, anche grazie ad una misteriosa arma, la spada del sole appunto. Thorgal resta invischiato in una trama complessa, poiché dimostra una ingenua fiducia verso gli altri. In questa storia, a nulla sembra essere valso al protagonista l’incontro con il nano deforme Jadawin in Thorgal 3: I tre anziani del Paese D’Aran. Infatti l’eroe chiede ospitalità a due strani fattori, non affatto nani, ma se la fisiognomica può darci un minimo di indicazioni, il nostro eroe avrebbe dovuto cercare un’altra sistemazione, della serie… fidarsi è bene, non fidarsi è meglio!

Ovviamente così non accade ed i due fattori consegneranno Thorgal come schiavo al perfido Orgoff, col quale il vichingo si scontrerà, senza né ucciderlo, e questo rientra perfettamente nel carattere del personaggio; né tantomeno senza disarmarlo, avendone l’occasione, mossa, questa, ingenua ed inaspettata. Il nostro eroe verrà inghiottito in una tumultuosa spirale di eventi, che non potrà né fermare, né controllare. La vicenda di Orgoff si chiuderà nel sangue.

In queste pagine, inoltre, riappare un personaggio dato per disperso. Ritorna Kriss di Valnor, riuscita misteriosamente a ritornare in Europa dopo le vicende nel Paese di Qâ (Thorgal 13: Tra terra e luce), ed a portare con se l’arma laser sottratta ad Ogotay. Proprio la lotta per il possesso di questa temibile arma scatena gli eventi che coinvolgeranno Orgoff, il ribelle Yarilo ed anche l’ignaro Thorgal, che alla fine di tutto, ancora una volta dimostrando ingenuità, permetterà a Kriss di viaggiare con lui. Inutile dire che la nuova comparsa dell’avvenente avventuriera sarà foriera di guai per il Figlio delle Stelle.

La spada del sole, si dimostra un episodio dal ritmo frenetico: tanti personaggi, principali e non, le cui vicende scorrono in parallelo, divergono, collimano, si intersecano. Tutto ciò fa si che la lettura avvenga tutto d’un fiato, ma alla fine si resta quasi straniti dal susseguirsi vorticoso degli eventi, con la sensazione di essersi perso qualcosa, di non aver colto e apprezzato a pieno i dettagli visivi e la psicologia di tutti i personaggi incontrati. Storia dunque, sicuramente, ricca di azione, ma forse priva di quelle piccole pause di riflessione che aiutano ad apprezzare meglio disegno e sceneggiatura. Per fare un paragone, si potrebbe comparare la vicenda narrata ad un veloce racconto di Cappa e Spada, simile, ma distante dal ritmo calibrato del filone High Fantasy, nel quale le sequenze descrittive aiutano a tirare il fiato ed a tenere le fila di trame complesse ed articolate. Mancano in questo episodio i “momenti perfetti”, ovvero, come li definisce Van Hamme, momenti di pausa: “Non è dall’azione che deriva l’emozione, bensì dalla reazione all’azione. Occorre che il personaggio si renda conto che sta per subire uno shock emotivo, in seguito a ciò che ha appena vissuto o appreso” (cit. Thorgal 12: La città del Dio Perduto, pag. 56).

Nel susseguirsi degli eventi, passa quasi in secondo piano la vicenda di Shenko e Floriana, quasi novelli (adolescenti) Aegirson e simbolo e speranza di un futuro migliore. La giovanissima Floriana viene promessa in sposa al perfido Orgoff dallo zio Woniaz di Ourbek, che attraverso un matrimonio di interesse, cerca di implementare il proprio potere. Il matrimonio forzato/combinato è un costume antico quanto l’uomo stesso. Non a caso diversi sono i racconti mitologici di tradizione greco-romana, ma non solo. Per tutti, si ricordino: Persefone rapita da Ade; Dafne da Apollo; Cassandra da parte di Aiace di Locride; il ratto delle Sabine organizzato da Romolo. Per i vichinghi il matrimonio, brùdkaup (letteralmente “acquisto della sposa”) è una vera e propria transazione commerciale condotta tra due famiglie, che può durare anni e che contempla scambio di terre, bestiame, battelli.

Anche Mòliere nel 1664 scrive una commedia intitolata proprio “Il matrimonio forzato”. Tale costume, in realtà, sembra essere in auge ancora ai giorni nostri in molti stati europei, che stanno rivedendo la propria legislazione per porre un freno a questo fenomeno che vede spesso coinvolte genti di provenienza sud asiatica, africana, o del vicino oriente.

In quest’ottica, la decisione della piccola Floriana, che decide di seguire il suo sogno d’amore per Shenko, sarebbe un segno di speranza per un futuro migliore. Ma sugli amori difficili, impossibili, osteggiati tante pagine di letteratura sono state scritte da Romeo e Giulietta alla moderna letteratura rosa.

La spada del sole viene pubblicato su Hello Bédé, in contemporanea sull’edizione belga e francese, dal 28 gennaio al 31 marzo del 1992. La prima edizione in volume risale al 1992, sempre per Editions du Lombard . Questa storia sarà l’ultima avventura di Thorgal ad essere pubblicata sul settimanale “costola” di quel Tintin che vide nascere la serie nel 1977. Dal 1993 le edizioni Lombard non pubblicheranno più alcun settimanale.

(10/02/2017)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia La spada del sole

Collana: Thorgal
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
episodio n.:
16
storia:
La spada del sole
nome originale:
L'épée-Soleil
data pubblicazione:
01-1992
pagine:
46

Schede consigliate

citta_notte_uomo_cane_1_s.jpg
graphic novel ed episodi
Un uomo, un cane
angel_dark_n_1_aids.jpg
graphic novel ed episodi
Aids
angel_dark_caccia_feroce_ico.jpg
graphic novel ed episodi
Caccia feroce
giacomo_c_cosmo_ico_.jpg
collane, riviste e fanzine
Giacomo C.