La guardiana delle chiavi

La guardiana delle chiavi, riuscito episodio di Thorgal affollato di personaggi secondari e firmato da Rosinski e Van Hamme

[storia]

La guardiana delle chiavi


Galleria immagini

La Guardiana delle Chiavi è un episodio del fumetto Thorgal (il quindicesimo lungo della serie) che guarda alle storie precedenti e pesca vecchi personaggi, agglutinandoli tra loro per dare vita ad una trama onirica, multidimensionale e rocambolesca. La storia si apre con l’incontro tra il serpe di Nidhogg (personaggio incontrato in Thorgal 7: Il figlio delle stelle, nella storia “Il metallo che non esisteva”) e Volsung di Nichor (già incontrato su Thorgal 3: I tre anziani del paese d’Aran) che escogitano un malvagio raggiro per privare la Guardiana delle chiavi (anch’essa presente nel terzo volume della serie) della sua cintura incantata. Per raggiungere tale obiettivo Nidhogg, farà assumere al complice le sembianze di Thorgal, di cui la Guardiana delle chiavi è infatuata, ma il perfido Volsung, una volta ottenuta la cintura, tradirà il suo viscido compare e tornerà su Midgard, compiendo sordidi misfatti, sotto la falsa identità del Figlio delle stelle. La tranquillità della famiglia Aegierson verrà nuovamente spezzata, e anche questa volta Thorgal dovrà affrontare innumerevoli peripezie che lo porteranno a spostamenti interdimensionali, a morire e a risorgere; ma questa volta il bruno crinito eroe sarà aiutato da un suo piccolo, vecchio amico, il nano Tjahzi (già incontrato oltre che ne “Il metallo che non esisteva”, anche come inconsapevole personaggio secondario in “Le lacrime di Tjahzi” nel volume Aaricia).

In questa quindicesima storia lunga della serie, l’azione e l’ambientazione storica del precedente episodio lasciano il posto a balzi temporali, mondi paralleli, atmosfere sulfuree ed oniriche ed il ritmo degli eventi è sempre sostenuto e vivace. La ripresa di personaggi già incontrati sembrerebbe essere un piacevole divertissement degli autori, ma questo escamotage rende la storia accattivante, divertente, ricca di ironia e di colpi di scena. Inoltre questa storia è arricchita da un pizzico di pepe: oltre alla Guardiana delle Chiavi che appare senza veli, in tutta la sua conturbante bellezza, si possono apprezzare anche le grazie di Aaricia e di Erika, moglie di Olaf Einarson, capo vichingo ucciso da Volsung/Thorgal. Tutti ingredienti che facilitano, ancora di più, il lettore nell’immergersi nelle vicende fantastiche del nostro eroe. Alla fine della storia, però, Thorgal prenderà una difficile decisione per garantire l’incolumità della sua famiglia. Si dimostrerà, tale strada, quella giusta? Lo scopriremo nei prossimi episodi.

Intanto non possiamo che dirci concordi con lo sceneggiatore, Van Hamme, che afferma: “A rendere originale una storia è la posta in gioco che il personaggio deve conquistare. E a rendere bella una storia sono gli ostacoli che il personaggio deve superare per conquistare la posta in gioco.”

In conclusione, questo episodio segna una pausa nello sviluppo della storia della famiglia Aegirson, ma rappresenta un modo accattivante per gestire la scelta estrema del protagonista, che darà avvio ad una nuova serie di mirabolanti avventure. Oltre che alla sceneggiatura, c’è da fare un plauso anche al disegnatore, che in queste quarantasei tavole, propone vari scenari e ambientazioni diverse e variegate, riuscendo a rendere le diverse atmosfere in maniera magistrale, anche grazie ad un uso sapiente del colore.

In questo episodio tanti sono i richiami storici, letterari e legati alla tradizione dei miti norreni. A tal proposito, risulta essere interessante la cintura della Guardiana delle Chiavi che rende invulnerabile chi la indossa. Questo oggetto rimanda alla cinghia utilizzata da Galvano, nel poema “Sir Gawain and the green knight” poema del XIV sec che fa parte di un vasto corpus di leggende arturiane e del Sacro Graal. Poema, per altro, studiato con molta attenzione anche da J.R.R.Tolkien, nei suoi anni ad Oxford ed argomento di una sua conferenza presso università di Glasgow, tenuta il 15 aprile 1953. La traduzione di tale poema in italiano, a cura di P.Boitani, del 1986, venne portata a termine utilizzando proprio l’edizione tolkieniana dell’antico testo inglese.

La Guardiana delle Chiavi presenta anche una storia che possiede una complessa genesi editoriale. Le prime 27 tavole vengono pubblicate su Week BD, rivista svizzera, dal 16 febbraio al 30 marzo del 1991. La storia poi sarà ospitata ogni sabato sulle pagine del quotidiano La Suisse, dal 6 aprile al 1 maggio 1991. Hellò Bedè, sia in versione belga che francese, pubblicherà la storia dal 26 febbraio al 30 aprile 1991. La prima edizione in volume, per Editions Du Lombard, uscirà nel giugno del 1991.

(03/02/2017)

Di seguito alcune delle edizioni pubblicate, in volume o rivista, della storia La guardiana delle chiavi

Collana: Thorgal
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
episodio n.:
15
storia:
La guardiana delle chiavi
nome originale:
La gardienne des clés
data pubblicazione:
02-1991
pagine:
46

Schede consigliate

battaglia_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Battaglia
deadpool_serie_oro_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Deadpool - Serie Oro
frigidaire_ico_1.jpg
collane, riviste e fanzine
Frigidaire
frontline-combat_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Frontline Combat