Torpedo

Torpedo, rivista di fumetti anni novanta tra noir ed ironia (ACME Edizioni)

[rivista]

Torpedo


Galleria immagini

Torpedo è una pubblicazione dal taglio decisamente hard boiled/noir, e non poteva essere altrimenti avendo preso in prestito il nome da un personaggio cinico e bastardo come Torpedo, l'irresistibile gangster da operetta di Abuli e Bernet
L'occhiello recita un generico Rivista mensile di fumetti ma in realtà la pubblicazione intraprende una direzione più precisa e specifica che è quella del fumetto nero. 

Torpedo esordisce nell'ottobre 1990 ma l'idea di dar vita ad una nuova rivista avviene qualche mese prima, nel marzo 1990, durante una cena tra Roberto Dal Prà, Carlos Trillo e Gustavo Trigo.
I tre fumettisti si trovavano daccordo sull'idea di dare vita ad un giornale che desse spazio a storie dure, nere, ciniche e ironiche. A quel punto il nome della rivista non poteva che essere Torpedo. Grazie all'interesse dell'editore ACME la rivista diventò realtà nel giro di pochi mesi.

Si tratta del primo esempio di rivista a fumetti dedicata al genere nero ma non dell'ultima. Qualche anno più tardi, nel 1992, approderà nelle edicole italiane la rivista Nero che per temi trattati sarà affine a Torpedo.

Il numero 1 di Torpedo approda in edicola, come dicevamo, nell'ottobre 1990. In copertina campeggia il gangster Torpedo, la sua spalla Rascal e un'immancabile femme fatale bionda.
All'interno della rivista sono presenti le nuove avventure del Torpedo di Abuli e Bernet (in precedenza il fumetto era stato pubblicato prevalentemente sulla rivista L'Eternauta e, successivamente, sulle pagine della rivista Lanciostory).

Abuli è uno degli sceneggiatori più ricorrenti sulla rivista, presente, oltre che con Torpedo, con un altro fumetto seriale, Alex Magnum, disegnato da Alfredo Geniès ed ambientato in un futuro prossimo e violento,  e con storie brevi e autoconclusive (spesso d'ambientazione western ed in massima parte disegnate da Bernet). 

Gli altri fumetti della rivista si aggirano in massima parte nell'ambito del genere nero, giallo, hard boiled o comunque all'interno di storie dure (a volte ironicamente dure) ma non necessariamente rigidamente inquadrabili come noir. Su Torpedo sono state infatti pubblicate anche storie western, di fantascienza o spudoratamente comiche.

Tra i fumetti seriali presenti in rivista spicca Il guardaspalle della collaudata coppia Segura e Ortiz (che prende il via dal terzo numero della rivista), nel quale seguiamo le vicende di But O'Brien, ex pugile riciclatosi come guardia del corpo nell'America degli anni '40. 

Sul fronte italiano si segnala la lunga avventura di Dal PràAlessandriniL'uomo di Mosca, una spy story di ambientazione sovietica dove Alessandrini affina il suo stile con un ottimo esempio di linea chiara.

Il giovane fumettista Jaime Martin pubblica una serie di storie di ragazze, storie dure incentrate su drammi familiari e situazioni di disagio con protagonisti spesso giovani donne, ragazze o persino bambine. Storie che non hanno alcun legame tra loro se non i fragili sentimenti delle protagoniste. I titoli degli episodi sono quasi sempre dati dai nomi delle protagoniste: Cristina, Marta, Laura, Maite, Sandra, Marga

Sulle pagine di Torpedo trovano inoltre spazio alcune chicche che gli appassionati di fumetti sapranno certamente apprezzare, come il violento, visionario ed ipercinetico Hard Boiled, fumetto che cerca di ridisegnare il genere noir in salsa fantascientifica grazie alla perizia di un Frank Miller in ottima forma e soprattutto alle qualità di un disegnatore come Goef Darrow capace di dare corpo alle dettagliatissime ed inquietanti visioni di possibili futuri pensate da Miller.
Hard Boiled è uno dei pochi fumetti della rivista a far uso del colore.

La rivista predilige infatti la pubblicazione di storie in bianco e nero, come è giusto che sia trattando un genere, quello noir, che nei forti contrasti tra bianco e nero sa certamente trovare la sintesi grafica più efficace.

Tuttavia, come accennavamo sopra, ci sono delle eccezioni come il già citato Hard Boiled o come il breve racconto Low Alcaide di Barreiro e Rotundo.

Anche sul fronte dei redazionali Torpedo si presenta con articoli interessanti, interviste agli autori (Abuli e Bernet, Goef Darrow e così via), racconti (alcuni dei quali inediti, di autori come Marco Tropea, Jerome Chary, Andrew Vachss, quest'ultimo noto anche nel mondo dei comics per il disturbante fumetto Hard Looks) ed approfondimenti vari (dossier e articoli di approfondimento specialmente su nero, giallo, poliziesco e simili).

La rivista è realizzata nel comodo formato brossurato, dimensioni 21,5x27,5 cm,  stampata prevalentemente in bianco e nero e con una foliazione di 100 pagine. 

La rivista non ha avuto una vita editoriale molto lunga; di Torpedo sono stati realizzati solo 11 numeri pubblicati tra l'ottobre 1990 e l'agosto 1991. 

(16/07/2012)

Gli albi di Torpedo
elenco completo
Tabella riepilogativa degli albi
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

rivista:
Torpedo

Schede consigliate

th_bhang_n_11_febbraio_1991_.jpg
albi
Bhang
la_bestia_ico.jpg
graphic novel ed episodi
La bestia