Il Mercenario

Il Mercenario di Vincente Segrelles, quando il fumetto incontra la pittura

[fumetto]

Il Mercenario


Galleria immagini

I fumetti sono stati sempre considerati una lettura per bambini. Ovviamente in tempi recenti la situazione è cambiata e solo chi è completamente digiuno dell'argomento oserebbe esibirsi oggi in  affermazioni del genere.
Il target 'giovanile' ha fatto si che i disegni non fossero sempre particolarmente curati ed anche se non mancano esempi di fumetti splendidamente illustrati del passato (si pensi all'eccezionale lavoro svolto da Winsor McCay per il suo Little Nemo in Slumberland nei primi anni del '900) una contaminazione del fumetto con l'illustrazione e la pittura la si è avuta solo in tempi più recenti.
Il pensiero non può che correre all'Arzach di Moebius, un fumetto realizzato con una cura per l'immagine che avvicina le tavole ad illustrazioni più che a semplici disegni.
Mentre per quanto riguarda la pittura non si può non fare riferimento a Il mercenario di Vicente Segrelles che per realizzare questo fumetto usa una tecnica prettamente pittorica disegnando le avventure del mercenario con colori ad olio e facendo si che ogni vignetta sia un vero e proprio quadro.
Un'altra cosa che accomuna questi due fumetti è l'ambientazione fantasy/fantastica ed i mezzi di locomozione dei protagonisti rappresentati da enormi animali alati.

Le avventure del Mercenario si svolgono in un paese lontano, situato sulle cime di altissime montagne, al quale una fitta coltre di nubi perenni ha precluso il contatto con altre civiltà; un mondo leggendario situato in una non meglio precisata regione dell'Asia in cui il sole non si affaccia mai, il cui clima è molto rigido e dà vita ad un paesaggio brullo e roccioso.
E' in questo mondo che si muove il protagonista del fumetto. Come ne Lo Sconosciuto di Magnus, dove il protagonista non aveva un vero e proprio nome e veniva chiamato Unknow, anche qui Segrelles non vuole dare un nome reale al suo personaggio e preferisce che tutti si rivolgano a lui indicandolo genericamente con la sua professione, Mercenario.
Segrelles cerca di mantenere un certo realismo pur all'interno di una situazione fantasy e così ipotizza questo come un regno la cui civiltà si sia evoluta parallelamente a quella reale, in un territorio ostile ed impenetrabile al quale sembra preclusa ogni possibilità di contatto dall'esterno, almeno fino a quando il Mercenario non oltrepassa le nuvole che si credeva rappresentassero i confini del mondo venendo a contatto con gli altri popoli dell'Asia.
In questo mondo animali mitologici come i Draghi (realmente esistiti secondo antiche leggende presenti in ogni parte del mondo) qui non sono estinti, anzi sono stati addomesticati e divenuti il principale mezzo di trasporto, l'unico in grado di trasportare uomini e cose in un territorio così ostile.

I compiti del cavaliere di ventura sono quelli soliti di chi fa questo rischioso mestiere e vanno dal salvataggio di fanciulle rapite al servizio di scorta per potenti signori. Ad accompagnare il Mercenario nelle sue avventure ci saranno diversi personaggi tra i quali spicca la giovane e bella amazzone Nan Tay.

In questo fumetto l'autore privilegia l'immagine al testo e crea avventure lineari e scorrevoli dove il lettore può immergersi completamente nell'atmosfera e nelle suggestioni visive relegando in secondo piano la trama e soprattutto i testi, usati con parsimonia e solo quando necessario, per non rompere il fluire, quasi cinematografico, degli eventi.

Il mercenario è un fumetto abbastanza recente; nasce nel 1980 sulle pagine della rivista spagnola Cimoc che continuerà a pubblicarne le avventure per lungo tempo. Pensata come storia breve, tentativo di realizzare un fumetto con lo stesso stile con cui Segrelles era solito realizzare illustrazioni di copertina; l'idea piacque all'editore che diede la possibilità all'autore di confrontarsi con una storia di più ampio respiro.
Il successo di pubblico ha fatto si che il fumetto non si fermasse alla prima avventura.

La pubblicazione de Il mercenario non è certo passata inosservata e quindi l'approdo del personaggio sulle riviste italiane non si è fatto attendere a lungo.
In Italia, oltre che su volumi dedicati, lo si è potuto vedere prevalentemente sulle riviste che da sempre hanno dimostrato una maggiore attenzione verso il fumetto sudamericano, L'Eternauta e Lanciostory.
La prima pubblicazione in Italia risale al 1982, sul primo numero de L'Eternauta con la pubblicazione di parte del primo episodio dal titolo Il popolo del fuoco sacro. Sulla stessa rivista hanno trovato spazio gli episodi fino al quarto, mentre le avventure più recenti sono state pubblicate su Skorpio (che ha comunque riproposto anche i primi episodi del Mercenario).
Le dimensioni della rivista Lanciostory penalizzano un po' il lavoro di Segrelles (e anche i colori sono meno fedeli) rispetto alle stesse avventure pubblicate su L'Eternauta o in volume (ma di alcuni episodi è disponibile solo la versione di Lanciostory).

Le avventure de Il Mercenario, ad oggi, sono composte da 13 episodi. Di seguito l'elenco degli episodi con l'indicazione dell'anno di realizzazione e, di seguito, della rivista sulla quale ai è avuta la prima pubblicazione in Italia con rispettivo anno.

Il Mercenario 01 - Il popolo del Fuoco Sacro (1982) (L'Eternauta nn. 1/6 del marzo/agosto 1982)
Il Mercenario 02 - La formula (1983) (L'Eternauta nn. 7/12 del settembre 1982/febbraio 1983)
Il Mercenario 03 - Le prove (1984)  (L'Eternauta nn. 15/22 del maggio 1983/gennaio 1984)
Il Mercenario 04 - Il sacrificio (1988) (L'Eternauta nn. 62/64 del maggio/luglio 1988)
Il Mercenario 05 - La fortezza (1991) (Lanciostory nn. 17/21 del 1991)
Il Mercenario 06 - La sfera (1993) (Lanciostory nn. 48/51 del dicembre 1994)
Il Mercenario 07 - Il viaggio (1995) (Lanciostory nn. 23/25 del giugno 1995) non si intitola il viaggio
Il Mercenario 08 - Anno mille (1996) (Lanciostory nn. 24/28 del giugno/luglio 1996)
Il Mercenario 09 - Alla ricerca degli antenati (1997) (Lanciostory nn. 18/21 del maggio/giugno 1998)
Il Mercenario 10 - I Giganti (1998) (Lanciostory nn. 16/19 dell'aprile/maggio 1999)
Il Mercenario 11 - La fuga (2000)
Il Mercenario 12 - Il riscatto (2002)
Il Mercenario 13 - Il riscatto II (2003)

L'episodio Il sacrificio era già stato in parte pubblicato nel 1985 sui numeri 37/38/39/40 de L'Eternauta (in tutto 16 tavole) e poi sospeso in attesa del completamento dell'avventura da parte di Segrelles; successivamente è stato riproposto, comprese le prime 16 tavole, sui segnalati numeri 62/63/64.

Il viaggio, settimo episodio del Mercenario, è composto dalle seguenti tre storie brevi:
- Esoscheletro
- Il volo
- Il faro
ed è stato pubblicato da Lanciostory con i soli titoli degli episodi senza alcun riferimento al titolo che li racchiude (Il viaggio).

I giganti, decimo episodio del Mercenario, è composto da quattro brevi episodi:
 -Una pausa nel cammino
- Tre desideri
- Endora
- L'alveare
pubblicati da Lanciostory che ha mantenuto, in questo caso, anche il titolo che li racchiude.

(02/09/2009)

Le storie di Il Mercenario
elenco completo
Gli autori di Il Mercenario
elenco completo
Gli albi di Il Mercenario
elenco completo
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
Il Mercenario
nome originale:
El Mercenario

Schede consigliate

la_bambina_dylan_dog_paura_ico.jpg
graphic novel ed episodi
La bambina
il_complotto_ico3.jpg
graphic novel ed episodi
Il complotto
fortezza_invisibile_ico.jpg
graphic novel ed episodi
La fortezza invisibile