Ranxerox

Ranxerox - Fumetto cult di Tamburini e Liberatore, fra Cannibale e Frigidaire

[fumetto]

Ranxerox


E' il giugno del 1978, siamo sulla rivista Cannibale. La faccia sorridente di un coatto romano con occhiali da sole, orecchino e tirapugni campeggia sotto una didascalia alquanto esplicativa: "La Banana Comics è lieta di presentare un fumetto pieno di violenza gratuita! Per la serie 'nuovi soggetti sociali degli anni '80' ecco a voi Rank Xerox, il coatto!". Il coatto in questione si chiama per l'appunto Rank Xerox ed il fumetto che segue è sufficentemente pieno di violenza (e non solo) che alcuni riterranno gratuita.

Il fumetto realizzato con uno stile vagamente underground ed ancora acerbo si intitola appunto Rank Xerox, il coatto! ed è disegnato a sei mani da Stefano Tamburini, Tanino Liberatore ed Andrea Pazienza. L'ideazione del personaggio è del giovanissimo Stefano Tamburini (poco più che ventenne) così come i testi, gli inchiostri ed i retini del fumetto. La storia ci presenta per la prima volta questo androide Rank Xerox e la sua ragazza dodicenne Lubna, in una metropoli violenta e perversa (una Roma della seconda metà degli anni '80, un po' futuribile organizzata in livelli sempre più impraticabili, quasi gironi danteschi) in cui i personaggi si trovano perfettamente a loro agio. Scopriamo le origini del personaggio Rank Xerox, si tratta di un robot, un androide assemblato da uno studelinquente fuori corso del DAMS montando insieme pezzi di una fotocopiatrice rank xerox e componenti biomeccanici.

il Ranxerox underground delle prime storie
Il primo Rank Xerox, underground, meno muscoloso, con dei tradizionali occhiali da sole

Dopo questa prima apparizione il personaggio di Rank Xerox si ripresenta diverse volte sulle pagine di Cannibale (con le storie Rank Xerox! e Rank Xerox: Lù rapita!) e fa una fugace apparizione sulle pagine de Il Male (con la storia The modern dance). La qualità dei disegni è in continuo miglioramento (soprattto nelle storie realizzate in collaborazione da Tamburini, Liberatore e Pazienza) e si ha una migliore definizione del personaggio (gli occhiali da sole diventano degli occhialini più futuribili in stile occhialini da sub, la corporatura diventa un po' più muscolosa quasi a prefigurare la futura evoluzione del personaggio). Nelle tavole iniziano ad apparire anche personaggi più caricaturali ed irrealistici e la narrazione diventa più surreale e ironica. Ogni tanto appaiono nelle tavole i ritratti degli autori del fumetto e di altri autori di Cannibale e de il Male o di alcuni dei loro personaggi in un divertito gioco di rimandi fra lettori ed autori. Le storie di questo periodo, pubblicate fra il '78 e l'80 su Cannibale ed Il Male sono tutte realizzate in bianco e nero, con l'uso di retini, dal gruppo di autori citati, tranne The Modern Dance realizzata dai soli Tamburini e Liberatore.

Nel febbraio del 1980 la redazione de Il Male si vede recapitare una raccomandata dalla nota società Rank Xerox, produttrice di fotocopiatrici, a cui Tamburini si è ispirato per il nome del personaggio. La società diffida gli autori dall'usare la propria denominazione sociale per il nome di un personaggio 'che è poco definire deteriore', 'le cui imprese sono un concentrato di violenza, oscenità e turpiloquio'. La società chiede quindi che loro denominazione sociale non sia più utilizzata per designare il personaggio ed avverte che altrimenti 'si vedrà costretta a tutelare i propri diritti nelle competenti sedi giudiziali'. Tamburini mette in atto una beffarda risposta pubblicando una tavola su Il Male n° 8 del 5 marzo 1980 dal titolo Provaci ancora Rank in cui riporta la lettera di diffida della Rank Xerox e fa rispondere al personaggio 'e io me vedrò costretto a romperve er culo!'.

Ranxerox al 30° livello della metropoli romana
Il futuro prossimo (1986), ormai molto passato, in cui è ambientato il fumetto

Nonostante la risposta insolente il nome del personaggio viene poi modificato in Ranxerox. Ma non è l'unica cosa che cambierà nel personaggio. Infatti le successive pubblicazioni dei fumetti di Ranxerox appariranno sulla rivista Frigidaire, vedranno come autore dei testi sempre Tamburini ma non saranno più disegnate dal gruppo di autori delle storie precedenti. I disegni saranno realizzati dal solo Liberatore. Lo stile cambierà notevolmente, le tavole saranno a colori realizzate con taglio iperrealista, diventeranno meno radicate nel contensto politico e urbano italiano assumendo un respiro più universale e futuristico. Anche la fisionomia del personaggio cambia, Ranxerox esibisce una massa di muscoli tesi da culturista come sempre pronti ad esplodere in improvvise manifestazioni di violenza. L'universo in cui si muovono i personaggi è definito con maggiore precisione, delineando con realismo il futuro immaginato, con la sua esagerata violenza e la situazione di degrado.

Ranxerox
Una delle raggelanti esplosioni di violenza presenti in Ranxerox

Il contesto del fumetto rimane tutto sommato invariato, siamo sempre in un futuro prossimo (che ormai è passato, la seconda metà degli anni '80). Alcune città, come Roma, sono diventate megalopoli costruite su più livelli, in cui si muove una variegata umanità. In questa nuova serie sembra però esserci un maggior grado di alienazione  nelle persone comuni, mentre nelle prime storie la violenza sembrava circoscritta a determinate tipologie di personaggi ed ambienti adesso folle caotiche assembrano le vignette in cui la gente circola indifferente ed infastidita da tutto ciò che accade intorno, esiste un ricco e variegato sottobosco di piccoli e grandi criminali, teppistelli, drogati e quant'altro che contribuisce a rendere le città un posto non troppo sicuro ma anche i signori comuni nei tram e nei locali sono soggetti ad improvvisi attacchi di pazzia o condividono pensieri crudeli ed intolleranti.
Il protagonista del fumetto è questo androide, coatto e violento, costretto da un loop nei suoi circuiti generatori di emozioni sintetiche ad amare per sempre la piccola tredicenne Lubna. In questo futuro, i giovani (ed i bambini) sono quanto mai precoci e feroci, compresa la piccola perfida Lubna, tossicodipendente amante di Ranxerox, approfittatrice ed opportunista che sfrutta a piacimento il sentimento di Ranxerox nei suoi confronti. Nel corso delle storie vedremo come i bambini sono tutt'altro che innocenti, perfettamente integrati nella società violenta e degradata (del resto un raro caso di inerme bambina, che infastidiva gli avventori di un locale cercando di vendere rose rosse si ritrova con la manina spappolata proprio da Ranxerox, fra il plauso generale).
Il fumetto è chiaramente destinato ad un pubblico maturo, è ricco di scene di sesso e violenza, è assolutamente scorretto politicamente ed usa un linguaggio volgare, ironico ed intelligente. Il fumetto è inoltre ricco di riferimenti a cinema, fumetto, musica ed altre arti, spaziando nelle citazioni dagli incidenti automobilistici di Ballard ai dischi di Elvis (e può capitare, accendendo il televisore, di incappare in un cartone animato di Joe Galaxy, il noto personaggio fantascientifico-umoristico di Mattioli).

La piccola Lubna e Ranxerox in piena crisi di coppia a New York
La piccola Lubna e Ranxerox in piena crisi di coppia a New York

Le storie talvolta seguono le avventure di Ranxerox nelle metropoli fra incontri strani ed assurdi ed altre le avventure dalla piccola Lubna (come nel caso di Be Bop A Lubna), lasciando al personaggio di Ranxerox il ruolo di semplice comparsa.
L'ultima storia del coatto romano, intitolata I, Me, Mine Corporation è rimasta incompleta per la morte del giovanissimo Tamburini (nel 1986, anno di nascita della sua creatura) ed è stata completata e pubblicata solo molti anni dopo da Liberatore con l'aiuto del regista Alain Chabat per i testi con il titolo di Ranx 3.

(01/12/2008)

Le storie di Ranxerox
elenco completo
I personaggi di Ranxerox
elenco completo
Gli autori di Ranxerox
elenco completo
Gli albi di Ranxerox
elenco completo
comments powered by Disqus

Scheda Tecnica

fumetto:
Ranxerox

Schede consigliate

futurians_ico_.jpg
graphic novel ed episodi
I Futurians
thor_ico.jpg
collane, riviste e fanzine
Thor - La saga del tuono
eterno_riposo_ico.jpg
graphic novel ed episodi
L'eterno riposo